Verticali e orizzontali, orizzontali e verticali: il geometrismo optical dell’architetto Josef Hoffmann ispira la collezione autunno – inverno 2012/2013 di Julian Keen disegnata da Giampiero Colombo e intitolata Hoff-man: un progetto nel quale funzioni e decorazioni s’intersecano matematicamente, delineando un nuovo modernismo maschile.

Le parallele tipiche dell’artista viennese ispirano tagli al vivo e costruzioni “in linea” con la silhouette. Mentre, le sue grafiche optical caratterizzano gli jacquard della maglieria, trionfando nella Déco Jacket: un blazer bianco decorato da una griglia di rette nere ottenute con l’applicazione manuale di 30 metri di nastro.

Il dualismo grafico/cromatico diventa logica progettuale di un inedito tecno-formale: il cappotto con le maniche del piumino, il giubbotto col collo della giacca a vento e il trench con paramontura di maglia.  Compresenza di opposti anche nei singoli tessuti di ogni capo: dalla lana rivestita di nylon al gessato di flanella accoppiato alla pelliccia effetto montone.  Sperimentazione di ulteriori binomi: grigio e rosso; bruciato e ottanio.

Eccellenze manuali nei dettagli: bottoni effetto vetro, serigrafati, verniciati e ripassati a mano; sulla superficie e nello spessore. Un omaggio alla Werkstatte fondata da Hoffmann nel 1903, equivalente viennese dell’Art and Craft.

LINK UTILI

La nuova eleganza dell’uomo Julian Keen: tradizione inglese e sportswear americano

Cut-a-porter, un omaggio all’arte di Lucio Fontana: la collezione S/S 2012 di Julian Keen

L’uomo di Julian Keen spazia dalle pagine di un erbolario alle strade di Easy Rider!

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Uncategorized Leggi tutto