Video: Jaeger-LeCoultre GyroTourbillon

Innanzitutto, va sottolineato come questo straordinario orologio con tourbillon su assi multipli sia prodotto a prezzo “su richiesta” in serie limitata a 75 esemplari. Il punto di forza del Gyrotourbillon prodotto da Jaeger-LeCoultre consiste nella presenza del complicato modulo tourbillon, mosso dalla forza creata da due bariletti di carica uniti in serie (la carica del

Innanzitutto, va sottolineato come questo straordinario orologio con tourbillon su assi multipli sia prodotto a prezzo “su richiesta” in serie limitata a 75 esemplari. Il punto di forza del Gyrotourbillon prodotto da Jaeger-LeCoultre consiste nella presenza del complicato modulo tourbillon, mosso dalla forza creata da due bariletti di carica uniti in serie (la carica del primo si trasmette direttamente al secondo).

E’ poi presente un sofisticatissimo sistema di misurazione dell’equazione del tempo, una complicazione molto speciale in grado di misurare, su un orologio, la differenza che si produce, nel corso dell’anno, in termini di minuti e secondi, tra il giorno solare medio (arbitrariamente stabilito in 24 ore di lunghezza) e il giorno solare vero. L’equazione del tempo varia con regolarità nel corso dell’anno passando da valori negativi a valori positivi ed è tabulata in tutti gli almanacchi. Essa rappresenta il ritardo (quando ha valori negativi) o l’anticipo (quando ha valori positivi) accumulati nel corso dell’anno tra la posizione del Sole vero e quella del Sole medio. Il Sole vero anticipa o ritarda al massimo di circa 16 minuti il suo passaggio al meridiano rispetto al Sole medio. Quando i due Soli culminano insieme (sono in congiunzione), l’equazione del tempo si annulla. Ciò accade quattro volte all’anno (il 15 aprile, il 15 giugno, il primo di settembre e il 25 dicembre).