Impara la tecnica del decoupage pittorico su vetro, legno o cartone


Il decoupage pittorico è una tecnica molto divertente perché permette di trasformare oggetti in piccole opere d’arte e anche di riciclare materiali vecchi. Attraverso questo hobby creativo s’incolla della carta in modo tale da far sembrare la decorazione dipinta. Non vi preoccupate, non c’è nulla di complicato. Vediamo quindi come si fa, partendo dal presupposto che la tecnica si può declinare su tante superfici differenti.

Il decoupage più semplice è quello su legno. È sicuramente la base più facile da trattare. Prima di incominciare però dovete acquistare del materiale. Serve della carta vetrata, per rendere omogenea la superficie del gesso per trattare il legno, forbici, pennelli e carta da ritagliare. Il consiglio è quello di prendere i tovaglioli da decoupage. Sono molto belli e permettono di dare un effetto davvero trompe l'oeil.

Avete poi bisogno di colori acrilici, di un po’ di colla vinilica e di una vernice trasparente. S’inizia con il trattamento della base, come abbiamo accennato, e questo vale sia per il cartone che per il legno. Dopo la gessatura date una mano di colore, in base ovviamente alla carta che avete scelto. Strappate poi il tovagliolo cercando di ritagliare la figura. Ora appoggiatela sulla superficie (ben asciutta) e con un pennello bagnato da una soluzione di acqua e colla vinilica, stendete con attenzione, cercando di non strappare il tovagliolo ed evitare le pieghe. Fatto? Una volta asciutto è bene dare una mano di vernice trasparente. Questo è il principio base della tecnica a decoupage.

È diverso se volete utilizzare il vetro. In questo caso si lavora proprio invertendo i passaggi. Pensiamo di trattare un piatto trasparente. Dovete prima applicare la carta, sul retro, in modo tale che la figura emerga quando lo avete appoggiato sul tavolo. Poi passate i colori (che sono acrilici ma devono essere appositi per il vetro) e, infine, una vernice per sigillare il prodotto.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail