Magre e in linea grazie al corredo genetico giusto


Essere magre e in linea per alcune donne è un’enorme fatica. Guardarsi allo specchio e non riconoscersi è frustrante e porta le ragazze più deboli a seguire diete rigidissime, che possono sfociare anche in disturbi alimentari. Non è però colpa delle modelle se alcune signore cercano di imitarle. È qualcosa d’innato, presente nel Dna.

Sostiene questa tesi un nuovo studio, condotto dagli esperti della Michigan State University: secondo i ricercatori il nostro codice genetico è responsabile delle ragioni che ci inducono a voler dimagrire. Ai test hanno partecipato 300 gemelle, tra i 12 e i 22 anni. Le ragazze hanno parlato del loro peso, del rapporto che hanno con il loro corpo e di quanto desiderassero assomigliare alle fotomodelle.

Jessica Suisman, autrice dello studio, ha commentato così il suo lavoro:

Tutte siamo bombardate da messaggi che esaltano le virtù dell’essere magre e da esempi di figure femminili fin troppo esili, quasi scheletriche, ma non su tutte le donne questi modelli fanno presa. Alcune cercano di imitarli, altre invece non se ne curano affatto e ci siamo chiesti se ci fosse qualche innata ragione alla base di questi diversi comportamenti.

L’innata ragione esiste ed è emersa proprio confrontato le varie risposte date da coppie di gemelle identiche con quelle di gemelle fraterne. Le gemelle identiche hanno dimostrato di avere livelli d’idealizzazione della magrezza più simili tra loro. La genetica quindi gioca un ruolo fondamentale e i giornali e la televisione non sono gli unici a influenzare il nostro specchio.

Via| Corriere
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail