The world machine di Franz Gsellmann

Nascosta tra le colline dell’Austria meridionale si trova la casa di campagna che ospita “The world machine” di Franz Gsellmann. Costruita lungo un periodo di 23 anni, la macchina è composta da centinaia di elementi messi insieme, tra i quali il motore di una barca, 2 gondole, un mulino a vento, una saliera, un calice


Nascosta tra le colline dell’Austria meridionale si trova la casa di campagna che ospita “The world machine” di Franz Gsellmann.
Costruita lungo un periodo di 23 anni, la macchina è composta da centinaia di elementi messi insieme, tra i quali il motore di una barca, 2 gondole, un mulino a vento, una saliera, un calice persiano, 5 crocifissi, un “Gesù e Maria” in vetro, un barometro, varie lampade, tutti uniti da tubi e cavi colorati.
Quando è in moto, 25 motori, una slot-machine, 20 eliche, 14 campanelli e 64 richiami per uccelli cominciano a muoversi, suonare e lampeggiare.
L’uomo dietro alla macchina, Franz Gsellmann, dopo aver creato una copia dell’Atomium di Bruxelles utilizzando 25 hula-hoops, cominciò il progetto di questa macchina, senza badare tanto alle risate del vicinato.
Ossessionato dalle condizioni della macchina, negli ultimi anni Franz ha deciso di aggiungere un computer ed una cassa per monitorare il suo stato. (Via)

I Video di Pinkblog

Eni: Palazzo Mattei si colora di arancione contro la violenza sulle donne