Quali tinte per capelli scegliere e come farle in casa?

Sempre più spesso il poco tempo e le giornate frenetiche, così come una maggiore attenzione, da parte di noi donne, alle spese accessorie, tendono a farci limitare gli appuntamenti dal coiffeur, facendoci preferire soluzioni più casalinghe. Ma se sbagliare una piega è roba da poco, perché si può ricominciare sempre daccapo, lo stesso non è per la colorazione, che esige alcuni accorgimenti.

Quando siamo indecise su quali tinte per capelli scegliere, dobbiamo sempre ricordare che non tutte sono adatte a noi. Tanto per cominciare controlliamo la lista INCI, ossia gli ingredienti che ci sono all'interno del prodotto e scartiamo quelli che hanno elementi troppo aggressivi per la cute, come l'ammoniaca e i petrolati, preferendo soluzioni più green. Questo ci permetterà non solo di non danneggiare i capelli, ma anche di evitare fastidiose reazioni allergiche a qualche componente.

Una volta appurata la tollerabilità si passa alla scelta del tono, il quale si deve ben adattare alla propria carnagione per essere quanto più naturale possibile. Se si ha una pelle chiara, che sembra più luminosa in abiti bianchi e in bijoux argentati, il sottotono è freddo. Se, al contrario, la pelle è più scura, il colore che la fa risaltare meglio è il beige e la gioielleria d'oro è quella che dona di più, il sottotono è caldo.

Nel primo caso, se il colorito è chiaro ma sano, zigomi rosati e labbra rosa vivo, le tonalità delle tinte che meglio si adatteranno saranno quelle vicine al rame o al biondo miele, che danno una morbida luce al viso. Se il colorito è diafano, da bambola di porcellana, si può osare il color platino e lo champagne, che risaltano qualsiasi carnagione d'avorio.

Per le pelli olivastre, il consiglio è di non variare troppo il colore originale dei propri capelli, ma di giocare sui riflessi. Un color cioccolato o un castano scuro molto sfaccettati daranno movimento a chiome troppo piatte. Usate tinte leggere, che uniformano il colore ma si adattano ai naturali riflessi dei vostri capelli. E comunque, come regola generale, se volete schiarire, non fatelo mai di più di due toni. L'effetto finale sarebbe innaturale, in pieno stile parrucca.

Ma la scelta della tinta giusta non è l'unico problema da affrontare. Bisogna anche sapere come farla in casa senza creare disastri irreparabili. L'errore principale è pensare che una confezione di prodotto sia sempre sufficiente a coprire tutta la foltezza e la lunghezza dei nostri capelli. Niente di più sbagliato. Spesso e volentieri le case produttrici "risparmiano" sul contenuto, mettendo colorazione bastevole giusto per le medie lunghezze.

Non è, quindi, sbagliato, acquistare sempre un paio di scatole di prodotto, per evitare brutte sorprese in fase di colorazione. Così come non è mai sbagliato e, anzi, è consigliato, predisporre prima tutto il materiale che ci serve, comprese le protezioni per le mani, per le superfici del bagno e per gli indumenti. Ciotola, pennello, guanti in lattice e vecchi asciugamani, sono cose che proprio non possono mai mancare nell'armadietto della perfetta coloratrice fai da te.

Altra regola generale è di non tingere mai i capelli quando sono lavati di fresco. Meglio che il capello sia un po' sporco, perché la sua naturale untuosità farà attaccare maggiormente il pigmento di colore (e proteggerà anche i capelli dall'eccessiva secchezza che può procurare la tinta). Una cura particolare poi meritano le chiome poco idratate, le quali devono essere trattate un paio di settimane prima della colorazione con balsami nutrienti e rinforzanti.

Questo per due ragioni: una è che la tinta, generalmente, secca sempre un po' il fusto, quindi è sempre meglio partire da una base più in salute, l'altra è che il colore attecchisce male sui capelli rovinati e si rischia l'effetto spaventapasseri se non si corre preventivamente ai ripari. Anche il post tintura è importante, proprio per questo motivo. Scegliete prodotti ad hoc per capelli tinti, che tutelano la bellezza delle vostre lunghezze e fanno durare di più il colore fatto.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail