Papà omofobico in Calabria perde l’affido del figlio

Catanzaro, Calabria. Ad un padre viene negato l’affido condiviso del figlio minorenne per un motivo molto semplice, secondo la sentenza del 27 maggio 2008: non idoneità perchè “ritenuto immaturo e pervaso da sentimenti discriminatori e di forte pregiudizio nei confronti delle persone omosessuali”. La persona omosessuale sarebbe la madre del bambino, accusata dall’ex marito di

di nalk


Catanzaro, Calabria. Ad un padre viene negato l’affido condiviso del figlio minorenne per un motivo molto semplice, secondo la sentenza del 27 maggio 2008: non idoneità perchè “ritenuto immaturo e pervaso da sentimenti discriminatori e di forte pregiudizio nei confronti delle persone omosessuali”.

La persona omosessuale sarebbe la madre del bambino, accusata dall’ex marito di essere lesbica in modo diseducativo per il figlio. Almeno la legge, dopo il caso di Bologna, sostiene in modo fermo ed esecutivo l’educazione alla tolleranza.

Via | Virgilio Notizie

Ultime notizie su Pink crime

Tutto su Pink crime →