Le tisane drenanti e depurative funzionano davvero?

Capita spesso e volentieri che noi donne, per fatti principalmente ormonali, sperimentiamo quel fastidioso problema di ritenzione di liquidi che tanto ci fa sentire a disagio. Se siamo alla ricerca di metodi verdi per poter tamponare la situazione possiamo facilmente pensare di affidarci alle erbe, chiedendo aiuto alle tisane drenanti e depurative, affinché ci rimettano in forma. La domanda è, funzionano davvero o è solo un piacevole momento aromatico?

Senza dubbio dipende dalla gravità dei sintomi sperimentati. Non dobbiamo mai dimenticare che le erbe delle tisane sono essiccate, per garantire una loro migliore conservazione, e questo le fa venire, per efficacia, dopo altri rimedi naturali di diversa consistenza. Un esempio sono le soluzioni idroalcoliche, tanto usate in omeopatia (famose sono le doti drenanti della soluzione a base di pilosella). Ciò, tuttavia, non significa che le profumate tisane siano inutili.

Anzi, sono un ottimo metodo per venire incontro alle problematiche di media entità. Un'assunzione costante di infusi a base di erbe amare come ortica, equiseto, bardana, tarassaco, rabarbaro favorisce la diuresi e aiuta a eliminare l'acido urico. E diciamo "aiuta", dato che le abitudini alimentari devono andare di pari passo per una risoluzione reale del problema.

Non ci si può liberare dei liquidi in eccesso, trattenuti dal nostro corpo, se si ha una dieta ricca di sodio. Il sale è nemico della linea, almeno quanto lo zucchero, perché oltre a provocare ipertensione, è un alleato insostituibile della cellulite. Quindi, per depurare l'organismo, ben vengano decotti e tisane, ma sempre accompagnati da una corretta igiene alimentare.

Altra discriminante. Le erbe contenute nei filtrini che si trovano in commercio sono certamente meno efficaci di quelle raccolte di fresco ed essiccate personalmente. Se non si ha questa possibilità almeno è bene affidarsi all'erborista e alla sua scorta di erbe conservate al meglio, lontano da umidità e sbalzi di temperatura. Le tisane hanno proprietà insostituibili, ma solo se gli agenti esterni non ne alterano le funzioni.

E in ultimo. Mai commettere l'errore di pensare che esse non possano avere conseguenze sulla nostra salute, se assunte malamente. Prima di iniziare cure, anche se naturali, consultate il vostro medico e attenetevi sempre ai dosaggi indicati (in caso di infusi anche ai tempi di posa). Un eccesso nei consumi può dare problemi gastro-enterici e dermatologici. Un esempio? La bardana può dare reazioni allergiche cutanee, dagli effetti simili all'orticaria.

Le erbe sono nostre amiche e alleate. Ma come ogni amico, bisogna conoscerne pregi e difetti per mantenere saldo e duraturo il rapporto. Non dimentichiamolo mai.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail