Teoria dell’attaccamento: quando lei è… “Preoccupata” – Parte II



La categoria di attaccamento opposta al modello evitante/distanziante, dove la struttura di regolazione è praticamente assente, e dove gli affetti dissolvono e sovrastano le strutture, rendendole inutili o transitorie, troviamo il pattern "Preoccupato".

In questo ambito le strategie poste in atto, descritte come iperattivanti e rivolte alle figure di accudimento, hanno il fine di assicurarsi da queste conforto e cure. Nella tipica coppia lui-distanziante/lei-preoccupata, la donna vede il modello di sé negativo, mentre il modello dell´altro positivo. Basso evitamento, alta ansia. Le caratteristiche principali sono: preoccupazione per le relazioni, alta dipendenza dagli altri per l´autostima, elevato bisogno di relazione.

Il modello negativo che l´individuo “Preoccupato” ha di sé, lo porta ad avere bassa autostima ed a tendere alla dipendenza dal giudizio degli altri. Quando si confronta con i problemi reagisce in maniera forte o eccessiva dal punto di vista emotivo, e trova difficoltà nella loro risoluzione senza l´aiuto degli altri. Il suo impulso è quello di rivolgersi immediatamente all´altro nei momenti critici.

Ricerca disperata di compagnia e di attenzioni è la conseguenza nel vedere positivo il modello dell’altro. Il risultato è un’insaziabile necessità di intimità nelle relazioni e approvazione, a tal punto che gli altri si allontanano. Tendenzialmente il “preoccupato” sembra in conflitto con gli altri, in quanto ha la convinzione che l´altro non dia mai abbastanza, e ritiene di non essere mai giudicato per il proprio reale valore.

Per una donna “Preoccupata” le relazioni sentimentali sono di importanza vitale. Si può dispiacere di non riuscire a trovare qualcuno con cui dividere la propria vita anche se sembra essere costantemente coinvolta in relazioni romantiche. Le sue storie sono costellate da picchi emotivi di rabbia, passione, gelosia e possessività. Tende a dare inizio ai conflitti esprimendo apertamente i propri sentimenti e la propria insicurezza verso il rapporto di coppia, ma allo stesso tempo tende a rimandare la rottura del legame, rimanendo legata al partner nonostante i gravi problemi che egli stesso mette in rilievo.

Fonte: PsicoLab

  • shares
  • Mail