"Incinta dopo uno stupro per volonta di Dio", follia di un deputato alle elezioni Usa

Richard Mourdock con Romney

"Rimanere incinta dopo uno stupro è la chiara volontà di Dio". Una frase shock pronunciata da Richard Mourdock, candidato del Tea Party al Senato dell'Indiana, che non verrà certamente cancellata dalle scuse che prontamente il politico americano ha presentato. Un'affermazione forte, che mette nuovamente in cattiva luce l'estrema destra statunitense, a pochissimi giorni dal voto alle Presidenziali Americane 2012.

La frase è stata pronunciata dal candidato repubblicano alle Elezioni Usa in un recente dibattito. Per il partito concorrente all'attuale presidente statunitense Barack Obama non è il primo scivolone in materia di violenza sessuale: già ad agosto Todd Akin, rappresentante dell'estrema destra, aveva scandalizzato il mondo con le sue dichiarazioni sullo stupro e su una gravidanza derivante da una violenza del genere. Questa volta è il turno di Richard Mourdock, che ha scandalizzato l'America e il mondo intero con le sue dichiarazioni.

Durante un dibattito, infatti, Richard Mourdock ha dichiarato che se una donna rimane incinta in seguito ad una violenza sessuale "è qualcosa che Dio ha voluto". Non lo avesse mai detto: questa frase ha scatenato una rovente polemica, ovviamente appoggiata dal concorrente democratico che non si è lasciato scappare l'occasione per attaccarlo duramente:

Non credo che il mio Dio, o alcun Dio, volesse che ciò succedesse

Ovviamente Richard Mourdock, quando si è accorto dell'enorme gaffe che aveva appena pronunciato, ha cercato di correre ai ripari (cosa praticamente impossibile, dal momento che le sue dichiarazioni e il suo pensiero erano inequivocabili!):

Non volevo mica dire che Dio avesse preordinato lo stupro, chiunque suggerisse ciò sarebbe malato e perverso

Ma queste scuse non sono bastate per chiudere le polemiche, tanto che Romney, candidato repubblicano alla Casa Bianca alle prossime Elezioni Presidenziali USA di novembre 2012, ha subito preso le distanze da lui:

Il governatore non è d'accordo con i commenti di Richard Mourdock e non rappresentano le sue idee

Commenti gravi e lesivi della dignità femminile, che non dovrebbero mai essere pronunciate da nessun uomo, tantomeno da un rappresentante politico che dovrebbe difendere e non umiliare le donne, come invece ha fatto Mourdock con le sue dichiarazioni!

Via | Repubblica

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail