Evviva la dieta mediterranea, un aiuto per le disfunzioni sessuali femminili

Forse non è proprio vero che tutto quel che piace è proibito o fa ingrassare e basta. A volte i piaceri della vita si incontrano felicemente e fanno anche bene alla salute. Quale miglior binomio di piaceri ad esempio, se non quello tra cibo e sesso?

Qualche giorno fa si è tenuto a Sorrento il Congresso nazionale di endocrinologia, dal quale è emerso che le disfunzioni sessuali femminili (DSF) sono più frequenti e soprattutto più sfuggenti di quelle maschili: cause e rimedi non sono così chiari per nessuno, poichè intorno a questi problemi ruotano intrecciati meccanismi diversi, come quello vascolare, quello neurologico, quello ormonale ed infine quello psicologico.

Fin qui niente di bello e neppure di nuovo. Ma ascoltando gli esperti, si scopre che una buona notizia c'è: mangiare con gusto, seguendo una sana dieta mediterranea, migliorerebbe anche la vita sessuale, oltre ad aiutare a combattere le malattie e a garantire longevità. L'hanno dimostrato studenti e ricercatori della Divisione di Malattie del Metabolismo della Seconda Universita' di Napoli.

Lunga vita quindi a pasta e pane, olio e vino, carne e pesce, frutta e verdura nelle giuste quantità, che oltre a regalare positività, potrebbero restituirci anche una movimentata vita sessuale. E addio alle privazioni alimentari troppo restrittive!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail