Breastlight, un aiuto per prevenire il cancro al seno?

Dispositivo per l'autodiagnosi della salute del senoBreastlight è un dispositivo che permetterebbe di individuare masse sospette nel seno, attraverso l'emissione di una luce rossa molto forte, che aiuterebbe a illuminare internamente i tessuti. Per utilizzarlo occorre spegnere la luce e spalarmarsi sul seno un lubrificante a base d'acqua, per far scivolare meglio il dispositivo: luce rossa chiara, tutto ok, se c'è qualcosa di scuro, bisogna correre dal medico.

Il tumore al seno è purtroppo un male che si manifesta frequentemente nelle donne, anche giovani. Ormai tutte sappiamo quanto sia importante cercare di prevenirlo con test adeguati: ecografia al seno fino ai 40 anni d'età, mammografia almeno ogni due anni dopo i 40. Ma sappiamo anche che è molto importante aiutarci con un altro metodo di autodiagnosi, l'autopalpazione del seno, da effettuare almeno una volta al mese per controllare la presenza di eventuali noduli sospetti, per poi recarsi dal medico se ne si rileva qualcuno.

Lo so, fa paura. Anche solo toccarsi per controllare eventuali anomalie, ci terrorizza, perchè quel che potremo scoprire ci potrebbe condannare alle sofferenze fisiche e psicologiche che affrontano purtroppo altre migliaia di donne affette da tumore. Ma serve coraggio, per scongiurare magari la malattia quando è in uno stadio ancora facilmente guaribile.

Breastlight potrebbe essere un aiuto pratico, anche se dai medici italiani non è ancora arrivato un accertamento sicuro sul suo funzionamento, ma forse non psicologico: l'idea di doversi controllare al buio con un dispositivo che sa di "ospedale" non solletica. Dall'altra, potrebbe essere un test più fedele rispetto all'autopalpazione. Dobbiamo attendere che qualcosa di simile arrivi anche nel nostro Paese, per giudicare se potrà essere d'aiuto oppure no alla nostra salute e al nostro coraggio.

Dispositivo per l'autodiagnosi della salute del seno

Via | MedGadget

  • shares
  • Mail