Quando l'uomo soffre di eiaculazione precoce

eiaculazione precoceDal XXV Congresso nazionale della Società italiana di Andrologia, in corso a Catania, emerge che l'eiaculazione precoce è la patologia più diffusa tra le disfunzioni sessuali degli uomini. Ne è colpito 1 uomo su 5 e la velocità del rapporto dura nell' 80% tra i 30 e i 60 secondi, ma noi donne tutto questo lo sapevamo già.

Date le statistiche, ognuna di noi avrà avuto occasione di avere un rapporto sessuale flash a causa della velocità del partner e non sarà stupita, né sotto choc a leggere i numeri e le tempistiche. La donna, in genere, è comprensiva a letto e se il problema persiste, consiglia al partner di rivolgersi ad un andrologo. Cosa che il partner, nell' 81% dei casi, non farà.

Di solito si parla dei problemi della donna a letto, di anorgasmia, di frigidità e molto meno spesso si sente parlare dei problemi dell'uomo, che si considera virile e minimizza. Invece, l'eiaculazione precoce è un disturbo diffuso, e non sempre passeggero, che va affrontato col supporto di un andrologo.

Non ci si deve vergognare, non ci si deve allarmare, ma nemmeno dormirci su troppo tranquillamente, perché a lungo andare il problema può risultare serio per l'appagamento sessuale della donna e la stabilità della coppia.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail