Barbie, arte e tette rifatte

Chris Jordan BarbieA sua discolpa possiamo dire che si tratta di un’opera del 2008, nulla a che vedere con l’ondata di festeggiamenti del 2009 in onore di Barbie. Si potrebbe azzardare un malizioso processo alle intenzioni: non era un segreto il cinquantenario della bambola americana che avrebbe portato una piccola frazione di notorietà a chiunque avesse intrapreso iniziative collegate.

Quale che sia stato lo scopo recondito, è quello manifesto che più ci interessa di Chris Jordan, artista che ha creato un progetto visuale basato sulla nuda statistica ma ammantata d’arte. Contemporanea, certo.

Tra le immagini che più ci interessano c’è appunto quella che utilizza ben 32.000 Barbie per delineare il profilo di un petto femminile. Il dato di partenza, statistico, è quello degli interventi di mastoplastica additiva effettuati negli Stati Uniti nel 2006.

Cifre impressionanti? Più ancora lo è vedere come la perfetta bambolina curvilinea sia stato adoperata allo scopo, moltiplicata all’infinito come simbolo di un’omologazione che a dirla tutta spaventa un po’.

Chris Jordan Barbie
Chris Jordan Barbie


Chris Jordan Barbie
Chris Jordan Barbie
Chris Jordan Barbie
Chris Jordan Barbie

  • shares
  • Mail