Femmina alpha: dominare a letto quanto influisce sulla vita sessuale

donna dominanteVirilità: concetto ampio quanto mai eppure così difficile da catturare… ha il sapore di secoli di predominio e il suono di una ridicola rivendicazione, se pronunciato in un certo modo da certe donne che se ne fanno beffe. Ma per molti uomini è anche pericolosamente vicino al concetto di onore.

Il discorso è profondo e non c’è spazio in un solo post per affrontarne tutti gli aspetti ma qui ci interessa oggi una particolare declinazione: come si rapportano le donne con la virilità dell’uomo – reale o percepita – a letto e come reagisce l’uomo se è la donna a dominare nelle attività sessuali.

Non poteva mancare il mio rapido giro di interviste tra gli amici che mi hanno confermato ciò che pensavo anch’io, forse anche semplificando un po’ troppo: un uomo ammira la donna forte e spregiudicata perché la percepisce come una sfida da vincere, ma poi la vuole sottomessa a letto, o al limite alla pari, e non accetta di essere trattato come un oggetto. Si aspetta che certi ruoli si ristabiliscano con chiarezza a meno che non si stia giocando di comune accordo nello scambio delle parti.

Da questa riflessione, seppur breve e parziale, sorge una domanda: ma la donna dominante non sarà deleteria per la vita sessuale se l’uomo si sente minacciato nella sua virilità quando questa coincide in toto con il ruolo che si assegna? A letto la donna intraprendente deve rimanere sottomessa e docile o può manifestare il proprio carattere rampante esattamente come fa, per esempio, sul lavoro? Compromesso o no?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail