Uomini e peli: dieci cose da non dire mai ad un uomo peloso

uomini pelosiLa maggioranza delle donne dichiara di preferire l’uomo villoso – con moderazione – a quello depilato. Eppure poi non ci si trattiene dal fare battutine scherzose o pungenti a quel poveretto che della ceretta non vuol proprio sentir parlare o che addirittura si sente insultato nella propria virilità se solo gli proponete una pur parziale depilazione.

Ecco quali sono, secondo quei burloni di Lemondrop, le dieci cose da non lasciarsi mai scappare con un uomo peloso. Specialmente se ci sono “lavori in corso” perché diventi il vostro uomo.

"Sei proprio come un orsacchiotto." Se non si offende, potrebbe prenderlo come un invito a dormire insieme. Occhio!

"Adoro gli uomini pelosi." Così se è ansioso per il suo aspetto da cavernicolo lo diventerà ancora di più a dispetto delle vostre proteste di apprezzamento.

"Dovresti depilarti." Probabilmente lo sa già e non ne ha nessuna voglia oppure – e sarà crudele ma vero – potrebbe invitarvi a fare lo stesso. Se proprio dovete dirlo, assicuratevi di essere perfettamente depilate in quel momento, almeno. E poi, proprio noi donne che sappiamo bene quanto sia fastidiosa la depilazione, possiamo capire perché non voglia farlo visto che da uomo non gli viene imposto da norme sociali ed estetiche. No?

"Sei proprio un vero uomo." E servivano i peli a dimostrarlo? Si spera lo sia già dall’età della pubertà, almeno. Insomma, è un’affermazione tautologica e inutile.

"Preferisco l’uomo al naturale." Dite ci sia bisogno di specificarlo? Potrebbe equivocare e pensare che vi vada bene anche il ruttino a tavola e la grattatina sparsa. Attenzione.

"Il tuo petto somiglia a quello del mio papà." Se vostro padre non è un vero schianto, evitate di dirglielo. Se vostro padre è un vero schianto, evitate comunque. I paragoni non sono piacevoli per nessuno. E se poi lui mette a confronto la vostra cucina con quella di mammina?

"Di sicuro non dovrai preoccuparti di rimanere calvo." La calvizie e il pelo sul petto non hanno nessuna connessione quindi se lui vi risponde male accusate il colpo e tacete. Oppure tacete in partenza, che è meglio.

"Ma come li pulisci?" Non serve alcun commento, capirete. Solo un pizzico di tatto basterà ad evitare una simile imbarazzante domanda.

"Sembri una pornostar degli anni Settanta." Gulp.

"Posso toccarli?" A vostro rischio e pericolo. Meglio, se proprio volete toccare il vello d’oro, farlo senza chiedere. O sembrerà che lo consideriate un fenomeno da baraccone come la donna barbuta.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail