Un'alternativa agli assorbenti/2: il Lunapad

Dopo la diatriba innescata fra le nostre lettrici innovatrici o d'antan (nonché inquinanti o ecologiche) dal post sul famigerato Keeper, ecco una seconda alternativa all'assorbente industriale.

Si tratterebbe di un vero e proprio ritorno alle origini: il tessuto naturale lavabile e riutilizzabile. Il tutto, in tali colori, forme e fantasie che anche il Nuvenia più alato e avanzato uscirebbe malconcio da uno scontro diretto, palliduccio com'è.

La ditta che sembra maggiormente far suo un ideale motto: "assorbi different", sembrano essere i Lunapads. Il loro sito commerciale pare avere tante variazioni sul tema del prodotto di partenza quante uno di sex toys.

C'è il classico assorbente - solo, riutilizzabile - o la sua versione proteggi slip.

Poi, le innovazioni tecniche più avanguardistiche: le eleganti mutandine con assorbente precaricato, e infine, per i corsi e ricorsi della storia, le cult sea pearls, piccole spugne di mare da inserire e quasi dimenticare.

Ovviamente, le solite fedelissime del fai fa te, o semplicemente del risparmio, troveranno qui una guida (in inglese) per realizzare versioni fatte in casa, approssimative e vanagloriose del mitico Lunapad.

  • shares
  • Mail