Imenoplastica per ritornare vergini: una donna russa lo ha fatto per sei volte

imenoplasticaSi fa riverginizzare sei volte per far piacere a suo marito e ci rimette le penne. Questo è il fatto nudo e crudo. Le penne, alla fine, ce le ha rimesse solo parzialmente, perché la pazza che è arrivata a tanto per favorire i capricci dell’altro pazzo che ha sposato è “solo” finita in terapia intensiva e se la caverà. Ma non si può che commentare la notizia aggiungendo a corollario dei fatti la reazione che suscitano: si può davvero arrivare a tanto, mettendo a rischio la propria salute e la propria vita, per compiacere un uomo, foss’anche il più importante della propria vita?

La donna russa protagonista di questa vicenda ha iniziato a sottoporsi agli intervento di imenoplastica – che riportano l’imene allo stato originario ripristinando lo stato di verginità – per fare un regalo di anniversario al suo maritino, dispiaciuto per non essere stato il primo a cogliere il frutto della sua mogliettina durante la prima notte di nozze. A lui la cosa è piaciuta e lei, per farlo contento, s’è sottoposta anno dopo anno, per ogni anniversario, allo stesso intervento. Per ben sei volte.

A nulla pare siano serviti gli ammonimenti del medico per via di una situazione immunitaria molto indebolita che avrebbe potuto comportare delle complicazioni a seguito dell’ultimo intervento. Complicazioni che si sono verificate puntualmente. Forse il pretenzioso marito poteva accontentarsi di fare sesso con la propria moglie come tutti anziché rischiare di non averla neanche più, una moglie? Volendo perpetuare a così caro prezzo l’esperienza della perdita della verginità, così sentita come rito di passaggio proprio perché unica e irripetibile, si sono spinti un po’ troppo in là.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail