Una mostra sull'amore che uccide

violenza

Si chiama Isabel Lima, classe 1956, e come fotografa coniuga l’impegno artistico a quello civile. La sua mostra dura solo una settimana e purtroppo solo a Brescia (per ora) ma spero davvero che altre città diano asilo ad un tema (e ad un lavoro) splendido. La mostra inizia dalla storia di Francesca. Francesca Baleani è una giovane donna di Macerata, vittima di una inenarrabile violenza, il suo corpo martoriato dal marito viene ritrovato ancora in vita dentro un cassonetto dell'immondizia. Francesca si salva, esce dal coma e racconta la sua storia, Isabel l’ascolta e ne fa una mostra.

L’esposizione, ad alto impatto emotivo, è suddivisa in tre diversi momenti: una sezione è dedicata alle fotografie in grande formato, un’altra al video che narra la vicenda di Francesca e un’installazione creata con scatole e immagini conclude il viaggio attraverso l’universo delle anime salve, quelle in pericolo e quelle ormai scomparse.
Ho anche guardato il bellissimo video di immagini statiche. Dura sei minuti abbondanti ma vi assicuro che sono sei minuti ben spesi. Il link è questo.

  • shares
  • Mail