La nipote del Che e la rivoluzione vegetariana

lydia guevaraLa colpa, se vogliamo attribuirne una, è del PETA, l’associazione che lotta per i diritti degli animali e che ha “assoldato” la nipote di Che Guevara per una campagna di sensibilizzazione dal titolo che chiarisce già ogni cosa: Join a Vegetarian Revolution.

La protagonista Lydia Guevara, parente del più celebre guerrigliero rivoluzionario della storia, indossa un paio di calzoni militari, un basco che richiama senza meno il suo predecessore e due cartucciere a pelle nuda.

Al posto dei proiettili ci sono però due lunghe file di… carote. Come il Che e i suoi irriducibili sostenitori prenderanno questa provocazione a fin di bene? Certo la buona causa attenua l’impatto dell’immagine dissacrante. Ma in fondo non è forse vero che i parenti ingombranti finiscono sempre per diventare fastidiosamente invadenti nelle scelte altrui?

  • shares
  • Mail