La pillola abortiva RU 486 presto in Italia

Pare che sia arrivato (per fortuna o purtroppo?!?) il momento anche per l'Italia della famosa RU 486, la pillola abortiva che sta creando tante polemiche.

Il ministro Ferruccio Fazio ne ha annunciato l'uscita nelle farmacie italiane per la fine dell'estate, tanto che il prezzo sarebbe stato già deciso. Ma il sottosegretario al Welfare, Eugenia Roccella, non è affatto d'accordo con la commercializzazione tanto facile.

Secondo la Roccella, le morti sospette in giro per il mondo sarebbero troppe e anche di più sarebbero quelle di cui non siamo a conoscenza: la relazione tra la fantomatica pillola e il decesso di alcune donne, sarebbe abbastanza misteriosa, da far pensare che sia proprio la RU 486 la responsabile delle morti. Quindi la Roccella ha chiesto la massima trasparenza sulla procedura di approvazione della pillola abortiva da parte dell'Aifa.

Rischiamo di tornare indietro nel tempo, quando per abortire in gran segreto si finiva letteralmente macellate da inetti senza scrupoli? Soltanto che ora basterebbe prendere una misera pillola, senza bisturi. Oppure sono tutte chimere per allontanare un farmaco che risulterebbe pesante moralmente e ideologicamente per un Paese come il nostro? In tutti i casi, io credo che l'aborto dovrebbe essere una decisione ben più calcolata, del semplice ingurgitare una pillola con un po' d'acqua; voi che ne dite?

Via | IlGiornale
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail