La giusta cottura della pasta di sale per un risultato ottimo

Lavoretti con la pasta di sale - ciondoli

Stiamo diventando grandi esperte nei lavoretti con la pasta di sale? Bene. Perché per perfezionare la nostra vena artistica dobbiamo essere certe che i nostri oggettini siano all'altezza delle aspettative che abbiamo. Ecco perché nessuna fase, dalla ricetta base alla pittura possono essere trascurate. Oggi parleremo della giusta cottura da dare alle nostre opere, per avere risultati ottimali.

Bisogna premettere che la cottura non è universale. I lavoretti dovrebbero essere considerati come un buon piatto della nostra cucina, che necessita di attenzione costante per non bruciarsi, seccarsi troppo, scurirsi, deformarsi con un calore eccessivo. Ecco perché la temperatura base del forno non deve superare i 120 gradi (salvo eccezioni particolari) e deve, comunque, essere calmierata a seconda dello spessore e della grandezza degli oggetti da seccare.


Lavoretti con la pasta di sale

Lavoretti con la pasta di sale - cuoricini
Lavoretti con la pasta di sale - cuoricini colorati
Lavoretti con la pasta di sale - fiocchi di neve
Lavoretti con la pasta di sale - cuoricino con dedica
Lavoretti con la pasta di sale - stella marina

L'ideale, durante la stagione invernale, è lasciarli asciugare accanto a un termosifone almeno per 3-4 ore, al fine di togliere l'umidità in eccesso e solo dopo mettere in forno a 50/60 gradi centigradi a seccare del tutto. Questo accorcia i tempi finali di cottura ed evita che si formino crepe antiestetiche o peggio, bolle superficiali. Nel caso in cui dovesse verificarsi quest'ultimo inconveniente dotatevi di uno stuzzicadenti per bucare le bollicine.

Evitiamo di lasciare accanto al termosifone per più di 12 ore prima dell'ultima cottura o la pasta sarà troppo friabile e rischierà di spaccarsi. Temperature del forno superiori ai 120° (e consideriamo questa come temperatura limite) rischiano di far gonfiare la pasta, quindi, a meno che il vostro obiettivo non sia farla aumentare di volume, mantenete il calore costante attorno ai 100° e fate cuocere lentamente controllando periodicamente il grado di durezza degli oggettini.

Per scurire alcune parti con il grill poi, basta proteggere il resto del lavoro con fogli di stagnola e grigliare le zone scoperte, magari spennellate con chiara d'uovo o latte, per un effetto biscottato. Prima di passare alla fase del decoro accertatevi che i lavori siano ben asciutti e freddati, se così non fosse tenete all'aria per qualche ora e poi passate alla pittura con acrilici e all'ultima passata di flatting.

Lavoretti con la pasta di sale - alberelli di natale
Lavoretti con la pasta di sale - finti dolcetti
Lavoretti con la pasta di sale - cristalli di ghiaccio
Lavoretti con la pasta di sale - testa pupazzo di neve
Lavoretti con la pasta di sale - foglie autunnali
Lavoretti con la pasta di sale - impronte
Lavoretti con la pasta di sale - simboli natalizi vari
Lavoretti con la pasta di sale - bottoni
Lavoretti con la pasta di sale - chioccia
Lavoretti con la pasta di sale - bracciale
Lavoretti con la pasta di sale - pupazzi di neve
Lavoretti con la pasta di sale - braccialetti vari
Lavoretti con la pasta di sale - gnometti
Lavoretti con la pasta di sale - cuoricini decorati
Lavoretti con la pasta di sale - festone
Lavoretti con la pasta di sale - uccellino con cuore
Lavoretti con la pasta di sale - zucche di halloween
Lavoretti con la pasta di sale

Gallery | Pinterest

  • shares
  • Mail