Creditcovers: abitini per carte di credito

creditcovers abiti per carte di credito
Essere cresciuta con Barbie ha sicuramente accentuato la mia tendenza a svolgere 2 tipi di azioni ricorrenti: pettinare e vestire le cose. Purtroppo non mi capita più spesso di avere a portata di mano un oggetto coi capelli, quindi, a parte fare le trecce con le frange della sciarpa, ho perso l’abitudine. Ma se mi guardo intorno mi accorgo che invece ci sono tantissimi oggetti di uso quotidiano che si possono vestire.

Dopo aver confezionato un abitino per l’iPod, (e un tutù per il vibratore), pur consapevole dell’inutilità del gesto ho capito che “to dress is anti-stress” e ho cominciato a esagerare. Ho comprato una cover in stile etnico per il cellulare, una cover fucsia per il computer, una pancera per il cane e poi, presa dal raptus, ha cercato disperatamene qualcos’altro da coprire.

Ho digitato “cover” in tutti motori di ricerca e alla fine, quando stavo per comprare un altro vestitino pret-a-porter per la piastra, ho trovato questa: la Creditcover. Non avendo carta di credito perché la mia banca mi odia, la chiamerò Coverbancomat e l’avrò. Ne esistono varie fantasie, tra cui “coniglietta” e “Luigi XIV” ma sta arrivando l’attesissima serie 2 disegnata da artisti famosi. Costa solo 4.99$ e tranne che “proteggere” la preziosa carta non serve assolutamente a niente.

Voglio la parrucca per il laptop…

  • shares
  • Mail