Gli uomini non piangono?

uomini piangonoMa gli uomini piangono? E se piangono vengono ancora considerati femminucce oppure la lacrimuccia – purché non diventi troppo facile – è segno di sensibilità apprezzata dalle donne? La domanda in effetti è meno generica: più che domandarsi se gli uomini piangano, è più interessante chiedersi se ci piace che lo facciano o se non dipenda dalle ragioni per cui lo fanno.

Specifico: se un uomo si commuove per un film d’amore a me scappa un sorriso ma se il mio uomo dimostra eccessiva sensibilità alle piccole sconfitte di ogni giorno e scoppia in lacrime per non aver ricevuto l’aumento allora mi domando se non si tratti di reazioni eccessive (me lo domando anche se le lacrime non rigano il volto di un uomo ma quello di una donna). Ma questo dipende forse dal proprio carattere: c’è chi reagisce piangendo e chi affronta a muso duro le difficoltà ma pure chi alterna le due reazioni secondo i periodi o i momenti.

Ora, se è una donna a piangere tutti alzano le spalle e giudicano normale la reazione emotiva. Quando invece capita ad un uomo ecco i cori di “mollaccione” e “femminuccia”. Non succede solo alla scuola media, capita anche tra gli adulti. Sarà per questo che gli uomini evitano accuratamente di piangere in pubblico? In definitiva, gli uomini piangono ma si nascondono? Ma soprattutto: piangono per amore? Sentiamo un po’ che ne pensate.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail