In Turchia non c'è parità tra uomini e donne

donne turchia

La Corte Europea per i Diritti Umani ha condannato la Turchia a pagare una multa di 36.500 euro per non aver protetto le sue cittadine dalla violenza domestica. La multa allo Turchia crea un precedente in tutta Europa per quanto riguarda la tutela delle donne, sebbene le leggi turche sull'eguaglianza di genere siano molto avanzate rispetto a quelle di altri paesi.

Ma i problemi, lamentano le associazioni per i diritti delle donne turche, non sono in teoria, nelle leggi e nella costituzione, quanto in pratica. C'è bisogno di un cambio nella mentalità delle autorità e dei cittadini, non nella costituzione, che sancisce l'uguaglianza di uomo e donna.

Le Associazioni in difesa dei diritti delle donne turche lamentano scarsa attenzione circa la questione di genere e segnalano il calo dell'alfabetizzazione femminile e la scarsa parità sul mercato del lavoro.

L'accordo di Lisbona prevede che entro il 2010 in Turchia il 60% della forza lavoro sia composta da donne, ma attualmente le donne che lavorano sono soltanto il 22%. In più, le donne chiedono al governo una maggiore tutela per quanto riguarda la violenza domestica ed una maggiore attenzione per quanto riguarda l'occupazione femminile, i servizi per i bambini e l'apertura della politica alle donne.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail