Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po

Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po

La violenza sulle donne è oramai un argomento tragicamente comune e all'ordine del giorno. Quotidianamente ci sono notizie che riguardano eventi terribili che hanno come vittime sempre più spesso figure femminili. Non è più importante l'età, la provenienza geografica, la razza o i luoghi dove avvengono gli atti criminosi, è infatti quasi impossibile riuscire a isolare gli episodi o a fare una statistica sul dove, come, perché e quando questi avvengono.

Non c'è cultura, estrazione sociale, luogo specifico o Paese che tengano: la violenza si annida ovunque e a farne le spese sono sempre più spesso bambine, ragazze, giovani o meno giovani donne. E' quello che è accaduto a Cecilia Beretta, studentessa venticinquenne di Abbiategrasso scomparsa da Pavia nella notte tra il 16 e 17 ottobre scorso e il cui cadavere è stato rinvenuto nel Po?

Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po

Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po

Lo scorso sabato mattina, il 3 novembre, un pescatore ha dato l'allarme e il corpo di Cecilia è stato recuperato nel fiume, all'altezza di Pieve Porto Morone. E' toccato al padre della ragazza, Ulisse, riconoscere la figlia e al momento è difficile riuscire a capire cosa le è capitato poiché la lunga permanenza in acqua non ha permesso di fare alcuna ipotesi preliminare.

Sarà dunque l'autopsia a stabilire cosa ha provocato la morte di Cecilia: il corpo era completamente nudo e, sebbene un primo esame non abbia rivelato evidenti tracce di violenza, c'è da considerare che l'essere rimasto incagliato tra i rami può aver provocato i tagli e le ferite che sono stati comunque riscontrati ad una prima analisi. Fino a questo momento, dunque, l'ipotesi del suicidio rimane la più accreditata.

La ragazza, studentessa di farmacia, prima di far perdere le sue tracce aveva lasciato l'appartamento in cui abitava nel centro di Pavia e che dall'inizio di ottobre condivideva con un'amica. Nonostante le cause della morte debbano ancora essere accertate, si indaga anche su alcuni messaggi che aveva lasciato all'indirizzo dei suoi familiari:

«Famiglia del mondo, vi voglio un bene enorme e non vi dimenticherò mai. Perdonatemi, ma questo non è il posto che fa per me, qui in Europa intendo. La vostra per sempre Ceci.»

Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po
Cecilia Beretta, mistero sulla morte della studentessa ritrovata nel Po

Via | corriere.it

  • shares
  • Mail