La beauty guru Brie Lybrand confessa le violenze del padre su Youtube


Lei si chiama Brie Lybrand, reginetta dei concorsi di bellezza americani, aspirante attrice e beauty guru su youtube, dove mostra come valorizzarsi al meglio grazie al make up e mostra ai propri iscritti piccoli attimi di vita catturati con la sua telecamera.

Nel suo ultimo video ha deciso di condividere la sua storia e lanciare un messaggio ben preciso a uno degli ultimi iscritti al canale: suo padre. Brie ha infatti denunciato dieci anni di abusi e violenze, sia nei suoi confronti che in quelli di sua madre.Brie compare nel video completamente struccata, al contrario dei precedenti, visibilmente turbata e stanca, ma con tantissima rabbia repressa da sfogare verso chi le ha fatto del male per così tanti anni.

'Ho appena ricevuto una mail da Yoututbe dove mi viene notificata l'iscrizione al mio canale da parte dell'uomo che mi ha violentata per la maggior parte della mia vita. L'uomo che ha preso la mia verginità, mi ha rubato l'innocenza, si è iscritto al mio canale e sta guardando i miei video.'

Sono queste le prime parole con cui esordisce Brie, trattenendo le lacrime. Tutto l'odio verso un padre che l'ha violentata dal 4 ai 14 anni e ha tentato più volte di uccidere anche la madre, scaturisce dalle sue smorfie e dalle sue parole crude e nette.

Continua il suo racconto riportando ricordi ancora vividi nella sua memoria, come vedere sua madre ridotta in una pozza di sangue e il padre che le si avvicinava per farle del male. Ricordi che la tormentano ancora oggi, ripresentandosi sotto forma di incubi durante la notte.

Non sono solo le parole dure e i racconti della ragazza a turbare, ma anche ciò che mostra circa a metà del video: tre pistole. Le definisce "le mie amiche", tre pistole cariche con cui è pronta ad affrontare il padre che l'ha ferita fisicamente e non per così tanti anni.

Brie racconta al padre. e ai suoi iscritti, che tutte le violenze subite non l'hanno fermata dal laurearsi, dal farsi una nuova vita con un'uomo che l'ama e aver sfruttato tutto il male ricevuto per inseguire il suo sogno di attrice. Fin da piccola scappava dalla realtà per crearsi un mondo parallelo dove trovare serenità e felicità che le è stata rubata.

Il video non ha lasciato indifferenti moltissimi utenti, che le hanno manifestato solidarietà sulla sua pagina facebook. Mentre altri hanno insinuato che Brie stesse recitando, solo per ottenere visibilità.

Nella speranza che la seconda ipotesi sia falsa, bisogna riconoscere a Brie la grandissima forza e resistenza per essere diventata una donna forte e per aver denunciato le violenze. Non rimane che sperare che molte altre ragazze possano trovare il coraggio per ribellarsi e denunciare a chi di dovere le violenze, ritrovando la giusta serenità.

Fonte | DailyMail

  • shares
  • Mail