Per la morte di Federica Mangiapelo a Bracciano i genitori sospettano dell'ex fidanzato

federica mangiapelo

"Quest’estate è stato denunciato due volte per maltrattamenti", così hanno dichiarato alle telecamere i genitori di Federica Mangiapelo, la ragazza di 16 anni trovata senza vita sulle sponde del lago di Bracciano la notte di Halloween. Il colpevole dei maltrattamenti sarebbe il fidanzato della giovane, Marco di Muro. Rosella e Luigi Mangiapelo parlano di un ragazzo "molto geloso, forse anche violento", che con Federica aveva un rapporto altalenante e litigioso.

Più grande di 7 anni, Marco sostiene di aver riaccompagnato la ragazza alle tre di notte - dopo l'ennesima lite - a qualche centinaio di metri dalla piazzetta del Molo, distante pochi passi dall'abitazione dei genitori ad Anguillara Sabazia e ad almeno 4 chilometri dal luogo del ritrovamento del corpo. Poi le ha scritto un messaggio su Facebook alle 4 del mattino stesso, ora presunta della morte di Federica: "Abbiamo litigato, ma ti voglio sempre bene".

Per fugare ogni dubbio circa la sua innocenza, il giovane si è sottoposto al narco-test volontariamente ed è risultato negativo. L’autopsia ha rilevato inoltre che sul corpo di Federica non ci sono segni di violenza né ferite riferibili a cadute. Nei suoi polmoni non sono state trovate né acqua né sabbia, quindi non è affogata: rimane da chiarire solo se aveva assunto alcol o stupefacenti. Nel frattempo spunta un testimone che sostiene di aver visto Federica camminare da sola per strada, il che proverebbe la tesi del fidanzato. Rimane da chiarire perché la giovane si sarebbe allontanata a piedi da sola in una notte fredda e piovosa, ma solo le indagini sapranno svelarci la verità.

  • shares
  • Mail