Vacanze in coppia, ecco alcuni consigli per evitare il disastro

coppia

Il momento delle vacanze è quello più desiderato, dopo un anno di stress, lavoro, studio, tutte le aspettative ricadono su quella settimana di ferie, peccato però che spesso i nostri sogni non sempre si realizzano, e l'organizzazione del viaggio può, di fatto, riuscire a farci saltare i nervi più del resto.

Quando è una coppia ad andare in vacanza, le cose si complicano un pochino, spesso, infatti, una settimana o più a stretto contatto mette in luce differenze caratteriali e intolleranze che possono incrinare un rapporto, insomma dalle prime (ma non solo) ferie insieme o si esce più affiatati e innamorati che mai o potrebbero nascere delle incomprensioni.

Ma partiamo dall'inizio, il momento che condizionerà irrimediabilmente buona parte della vacanza, la decisione della meta, solitamente ci si reca in agenzia pieni di aspettative e desideri salvo poi verificare per noi ci immaginavo stesi su una sdraio, in un paradiso tropicale, con un Cosmopolitan nella mano destra e una rivista di moda nella mano sinistra (ovviamente PinkBlog per chi ha il blackberry!), mentre il nostro amore ha deciso di fare trekking o il turista nel Nord Europa, o magari semplicemente che voi desiderate un mare da favola, mentre per lui va bene anche la riviera romagnola perché vuole principalmente la movida.

Se vi trovate in questa situazione, calma e sangue freddo, per prima cosa non cercate di imporvi, anche se riuscisse ad ottenere ciò che volete, probabilmente il vostro compagno di viaggio sarà insoddisfatto e potrebbe per tutta la vacanza cercare tutto quello che non va, per dimostrarvi più o meno in modo evidente che avreste fatto meglio a seguirlo. Per lo stesso motivo non cedete voi su tutta la linea, noi donne se vogliamo sappiamo essere davvero puntigliose e partire col piede di guerra non è sicuramente un buon inizio. Come avrete intuito la cosa migliore è il compromesso, armatevi di pazienza e collaborazione, decidete in anticipo il vostro budget e cercate una meta che possa accontentare entrambi, ognuno necessariamente dovrà cedere su qualcosa, ma quando arriverete (non disperate prima o poi ci si arriva) ad una decisione concorde, avrete eliminato il 50% di possibilità che la vacanza vada a rotoli o che diventi uno di quegli episodi da rinfacciare a vita...

Se poi a partire sono più coppie il problema si moltiplica, tolleranza e collaborazione sono sempre le parole chiave, ma a volte potrebbero non bastare...

Superato lo scoglio più grande, il resto è tutto in discesa, anche se ci sono altre piccole ma importanti, cose da non trascurare: durante il soggiorno rispettate il più possibile i desideri del vostro partner senza però sacrificare i propri, se siete in un villaggio, condividete magari i corsi di ballo di coppia o di canoa, ma sentitevi liberi, se non vi va, di evitare attività che proprio non sopportate, insomma, stare insieme deve essere piacevole e mai una costrizione. Nella camera lasciate al partner i suoi spazi, se vi accorgete che il vostro lui è un disordinato cronico, mentre voi avete l'intimo diviso per colore, non riproveratelo e soprattutto non ordinate il tutto secondo i vostri canoni senza chiedere il permesso, magari il vostro compagno non desidera altro che avere qualcuno che faccia le cose per lui, ma potrebbe anche trovare estremamente fastidiosa la vostra invadenza. Tenete in conto che potrebbero esserci dei piccoli inconvenienti, un aereo in ritardo, una struttura al di sotto delle aspettative, in questi casi se siete stanchi e nervosi sarà facile arrivare al litigio (magari perché voi l'avevate detto che era meglio l'altra compagnia...), se potete, trattenete la vostra ira, ormai le cose sono andate così, prenderla con filosofia, almeno vi risparmia un'arrabbiatura!

Questi ovviamente sono piccoli esempi, che non devono assolutamente far pensare, che una vacanza a due sia una serie di compromessi e tattiche, ma un po' di tolleranza e spirito di adattamento sono sempre consigliabili, anche (e forse ancor di più) per chi va in comitiva. Per una coppia che non convive, le vacanze sono un momento importante, dove per la prima volta si condividono cose uniche e speciali, svegliarsi la mattina accanto alla persona che si ama, vale qualche piccolo compromesso...

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail