Secchezza vaginale: cause e rimedi

La secchezza vaginale è un fastidio che viene percepito soprattutto durante i rapporti sessuali e che può provocare dolore anche molto intenso, sia per lei che per lui. Fare l'amore diventa quindi prima fastidioso, poi doloroso e infine estenuante, provocando seri problemi all'interno della coppia.

Spesso noi donne crediamo di avere "la colpa" di un disturbo simile e quindi imputiamo a noi stesse i problemi di cui sopra: sbagliato. La secchezza vaginale può essere infatti causata da diversi fattori, tra cui l'assunzione di farmaci (antidepressivi o pillola anticoncezionale a volte), lo stress, le modificazioni ormonali post-partum, l'utilizzo di assorbenti o salvaslip irritanti, menopausa, e non ultima, la mancanza di adeguati preliminari, causa nella quale rientra ovviamente anche il partner.

Se il problema è proprio l'ultimo, occorre rimediare o parlando con lui chiaramente, oppure invitandolo dolcemente con i fatti a prolungare la fase preliminare al rapporto. In caso di menopausa, le terapie ormonali sostitutive solitamente risolvono il problema; le modificazioni post-partum e lo stress sono temporanei. Se non è nessuna di queste cause a provocare la secchezza vaginale, provate a cambiare assorbenti, oppure chiedete al medico di farvi sostituire la pillola anticoncezionale con un'altra con dosaggio diverso.

In tutti i casi comunque, è utile utilizzare gel lubrificanti. Ne esistono a base d'acqua e in crema, ma è sempre meglio acquistare i primi, che si possono utilizzare senza problemi anche con il preservativo. Il lubrificante non unge, non emana cattivi odori, è facilmente lavabile e aiuta a provare meno fastidio e poco dolore. Va utilizzato nella quantità che più si concerne alla "gravità" del problema e spesso va applicato anche all'uomo, per consentire un rapporto facile e indolore anche a lui.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail