"Donne, talento e tecnologia", un libro per parlare delle donne nel pubblico impiego

Ieri è stato presentato presso il Ministero per le Pari Opportunità il libro "Donne, talento e tecnologia", scritto da Paola Stringa e pubblicato dal Gruppo 24 Ore.

Il libro, attraverso i dati delle indagini svolte dall'Osservatorio Donne nella Pubblica Amministrazione, i racconti di alcune donne inserite in tale contesto lavorativo e le interviste ad altre donne che sono riuscite a raggiungere posizioni prestigiose (come Monica Bettoni direttore generale dell'Istituto Superiore di Sanita', o Livia Pomodoro presidente del Tribunale di Milano) dipinge il quadro del ruolo odierno della donna nel mondo della Pubblica Amministrazione, sottolineando la ancora scarsa presenza del gentil sesso in posizioni di comando o di importanza, politica e amministrativa.

Nonostante il numero di donne nella Pubblica Amministrazione sia in generale cresciuto nel triennio 2005-2007, vige ancora una certa discriminazione di genere, che non permette loro di raggiungere certe vette. Nel libro quindi sono presentate anche 87 progetti che hanno come obiettivo possibili soluzioni al problema.

Curioso sapere attraverso questa presentazione, che il Forum PA e futuro@lfemminile hanno quest'anno deciso di premiare non solo le 20 realtà italiane più virtuose per quanto riguarda l'impiego femminile, ma anche di "attapirare" in negativo le amministrazioni meno interessate alle differenze di genere, con un premio denominato "Barbablù". A chi sono andati i Barbablù? Alla Basiliata in quanto Regione, ad Adria in quanto Comune e a Catania in quanto città metropolitana. I premi virtuosi invece sono andati alla Regione Sardegna e alla città di Bologna.

Via | Asca

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail