Uomini spericolati? Tutta colpa dello stress



Ve lo ricordate Tom Cruise (Maverich) in Top Gun che sfuria con la sua potentissima moto prima della famosissima scena del bacio con la bionda? Ecco, un uomo stressato spericolato io me lo immagino proprio così. Se invece dovessi immaginare una donna, farei più fatica ad immaginarmela così. Si materializza più l'immagine di una donna-pallina-da-flipper che corre senza respiro in ogni dove. Eppure secondo uno studio della University of Southern California, pubblicato sulla rivista "Plos One", nelle situazioni di forte stress gli uomini rischiano di più rispetto alle donne, che invece tendono ad allentare.

In queste condizioni l’uomo tende a prendere decisioni avventate non calcolando i rischi. Può portare a giocare d'azzardo, correre più rischi finanziari, fare sesso non protetto e fare uso di stupefacenti. "Se stressati, gli uomini tendono a rischiare tanto per ottenere massimi risultati. Il loro comportamento è più aggressivo rispetto alle donne nelle situazioni altamente stimolanti, nelle quali ci sono rischi e ricompense", ha detto Nichole Lighthall, ricercatrice a capo dello studio. "Ovviamente, ci sono situazioni nel mondo reale nelle quali questo atteggiamento non dà buoni risultati. In questi casi essere più conservatori, riflessivi e fare le cose con calma dà i suoi frutti. Le donne rispecchiano più questo tipo di atteggiamento".

I ricercatori hanno sottoposto dei volontari ad una specie di “Rischiatutto'. Questi dovevano gonfiare un palloncino, a seconda di quanto l’avevano gonfiato avrebbero guadagnato dei soldi, e potevano incassare in qualsiasi momento, ma perdevano tutta la vincita se il palloncino scoppiava.

Nel gruppo di controllo non c'erano differenze tra uomo e donna nel numero di volte che il palloncino veniva gonfiato. Nel gruppo-cavia, invece, venivano sottoposti a situazioni di stress psicofisico ed in questo caso si verificavano le differenze tra i due sessi.

"Le donne rischiavano di meno, mentre gli uomini tendevano ad aumentare il rischio per massimizzare i risultati", ha spiegato Lighthall. "Dal punto di vista evolutivo, per gli uomini è forse più vantaggioso avere un atteggiamento aggressivo in situazioni di stress. Tuttavia, queste tendenze possono riflettersi in altri campi, e portare gli uomini sotto stress a indulgere in atteggiamenti impetuosi e autodistruttivi”.

Personalmente non sono del tutto d’accordo con questo studio. Conosco donne stressate che per coraggio, spirito di competizione e veemenza non sono seconde a nessun uomo. E voi, cari lettori di Pinkblog, pensate che sull’onda della competizione da stress l’uomo abbia sempre la meglio sulla donna?

  • shares
  • Mail