Domani aggiornerò il post con le fotografie dell’esposizione: bellissimi i colori, sembra che una delle ispirazioni siano le vetrate delle cattedrali gotiche. Poca roba a bomboletta, per il mio gusto un grande pregio che rende le tele molto eleganti e fresche, senza la pesantezza del tipico colore aerosol. Le calligrafie sembrano basate più che altro sulla tag, che diventa un pattern fittissimo lavorato anche con le gocciolature dell’inchiostro. Ho preferito decisamente questo ambiente più a misura di interni, rispetto alla sua grande parete dipinta per Born in the streets di Cartier.

Per un profilo dell’artista, dovreste leggere dalla Wikipedia francese dato che vive a Parigi da tanti anni, le informazioni in italiano non sono molte, potete però vedere il suo sito ufficiale con una selezione di foto e video. Qualche scatto nel seguito del post.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Installazioni Leggi tutto