Quali sono i cibi migliori quando si è giù di morale?

Noi donne lo sappiamo bene, quando l'emotività ci gioca qualche tiro mancino o la nostra giornata è stata più stressante del previsto, ecco che la nostra dieta salutista si trasforma nell'incubo dei nutrizionisti. Coccole dolci, salate, unte diventano la migliore cura al nostro cattivo umore e, in effetti, non si può dire che dopo non ci sentiamo almeno un po' gratificate.

Fuori dalla lista degli snack ipercalorici, che sono un semplice regalino che facciamo a noi stesse e che hanno un mero effetto placebo, esistono degli alimenti che davvero nascondono delle proprietà inaspettate, veri e propri cibi che stimolano la nostra vena positiva quando siamo giù di morale. Scopriamo insieme quali sono per sapere cosa dovremmo mangiare per sentirci più felici.

Partiamo dagli insospettabili legumi. Ebbene si, le leguminacee sono un vero tonico umorale. Contengono carboidrati che vengono digeriti lentamente e hanno il potere di modulare la produzione di serotonina, il neurotrasmettitore che regola i principali processi del nostro organismo: appetito, sonno, e ovviamente umore. Un motivo in più per non farli mancare nella nostra dieta.

Maniache della cucina nipponica? Questa è per voi. Le tanto usate alghe marine, hanno un segreto nascosto: ricchissime di iodio, di cui la nostra ghiandola tiroidea è ghiotta, aiutano a regolare tutte le funzioni metaboliche. Un metabolismo perfetto si traduce anche in livelli ormonali perfetti, ed ecco che la luna storta inizia a ritornare dritta. Mica male eh?

Ma parliamo di omega-3, acidi grassi essenziali, decisamente importanti per la nostra salute. E anche per la nostra felicità! Uno studio canadese di un paio di anni fa ne diceva meraviglie, sostenendo addirittura che il consumo di pesce atlantico, in particolare salmone, avrebbe sostituito le comuni terapie antidepressive. Per adesso questa ci appare una possibilità remota, però magari la direzione è quella giusta.

E parliamo anche della colina, più nota come vitamina J, che è stato scientificamente dimostrato come influisca positivamente su memoria e umore. Grande fonte di colina sono le uova, seguite a lunga distanza dal caviale. Basta non esagerare con le dosi, le uova sono molto ricche in colesterolo e di certo averne troppo che circola nel sangue, non è mai un aiuto a salute e buonumore.

Finiamo con un evergreen: la cioccolata. Oltre al suo buonissimo sapore, che ce la fa eleggere regina indiscussa della dispensa, il suo consumo può aumentare i livelli di serotonina, endorfina, difenildantonina e anandamide. Risultato? Siamo più calme, pacifiche, serene e ci torna subito il sorriso. Preferiamo, ovviamente, la cioccolata fondente pura a quella iper zuccherata e tagliata con surrogati diversi. E ovviamente, evitiamo le scorpacciate.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail