Caldo nemico del sonno: i consigli dell’esperto



Tra fastidi, malanni, nuove malattie, zanzare, spesso chi ci regala notti insonni è il caldo. E per combattere questo disturbo, occhio all’alimentazione. L'Agi ha intervistato a riguardo Giacchino Mennuni, direttore del centro di medicina del sonno del Policlinico Gemelli.

"Il caldo è un nemico importante del sonno regolare. Per fronteggiare l'assalto della calura, che di notte ci sembra insopportabile, è opportuno cercare di non cambiare le abitudini che circondano il sonno, rispettando la regolarità di orari e alimentazione. E' necessario cercare modalità alimentari non smodate, anzi con il caldo è bene limitare l'assunzione di alimenti difficili da digerire. Occorre bere acqua e cercare di evitare soprattutto di eccedere con gli alcoolici, che possono dare la sensazione di facilità di addormentamento, mentre a metà della notte il sonno diventa disastrato. Si badi poi a mantenere nell'ambiente una temperatura accettabile, magari grazie a un ventilatore a pale, preferibile rispetto all'aria condizionata".

Attenzione inoltre all temperature troppo basse, perché è facile avere i brividi, e seppure non avvertiti sono uno stimolo a far diventare il sonno più leggero.

Per i bambini il problema è ancora più evidente, ma l'attenzione deve essere la stessa: "Si deve evitare di far assumere ai piccoli molto sole durante il giorno, perché questo può far avvertire in modo più acuto la differenza di temperatura, turbando il riposo".

  • shares
  • Mail