Tutti i consigli per dimagrire senza ricorrere ad una dieta privativa

Ogni dieta privativa, si sa, comporta dei sacrifici alimentari quasi sempre avvilenti, tanto che spesso e volentieri tali diete vengono interrotte bruscamente perché ci diventa difficoltoso seguirle. Ma come fare allora a perdere qualche chiletto di troppo senza fissare un menu giornaliero piuttosto ferreo? Seguendo i giusti consigli per dimagrire, ovviamente. Si mangia meglio, in modo più sano e ci si sente più leggere.

Partiamo dalle basi: mangiare quantità maggiori di cibo non equivale necessariamente a ingurgitare più calorie. Se facciamo precedere un primo o un secondo piatto da una sana porzione di verdura cotta o cruda, insaporita solo da un cucchiaino di olio extravergine d'oliva e succo di limone, ci sentiremo sazie più a lungo e non ci verrà la tentazione di sgranocchiare qualche snack (letale per la linea) fuori orario.

E proprio a proposito di snack, se quelli confezionati sono da cestinare, di certo non vuol dire che un rompidigiuno a metà mattina e a metà pomeriggio non sia una buona cosa. Per mantenere il metabolismo attivo e scattante si deve seguire la regola del mangiare poco e spesso: un frutto, uno yogurt, una spremuta fresca o una galletta di riso con marmellata sugar free, daranno la giusta carica per arrivare al pasto successivo senza patire la fame e senza creare pericolosi picchi glicemici.

Ricordate, inoltre, che il fatto in casa è sempre meglio del prodotto preso fuori, perché nel primo caso, oltre a consumare un alimento più genuino, avete sempre un'idea delle calorie che assumete. Se proprio non potete fare a meno di acquistare cibo mordi e fuggi (ad es. siete in viaggio e non avete molta scelta), guardate sempre le etichette dei prodotti: calorie, nutrienti, coloranti, conservanti, insaporitori. Adocchiate tutto e scegliete il meno peggio.

Se invece potete consumare i vostri pasti principali a tavola, sappiate che anche qui potete sfruttare dei piccoli trucchi per dimagrire. Oltre al sostituire il raffinato con l'integrale, fonte di fibre necessarie a salute e silhouette, ci sono studi scientifici che hanno dimostrato come tagliare in parti piccole il cibo e prestargli attenzione (quindi, niente TV durante pranzo e cena) aiutino il senso di sazietà. In particolare, i bocconi ridotti facilitano anche la digestione, perfezionando l'azione dei succhi gastrici.

Ultimi consigli, ma non per importanza: non saltate mai i pasti e, se potete, state sedute quando consumate il cibo. È dimostrato che mangiare stando in piedi fa ingurgitare più aria e questo è certamente un male per la linea. Inoltre, mai dimenticare che ci sono spezie che hanno un potere positivo sul metabolismo: peperoncino, pepe, zenzero, cannella e cumino saranno ottimi alleati contro i chili di troppo e saranno anche un valido sostituto del sale da cucina (che andrebbe limitato), per insaporire i piatti.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail