Nozze gay, in Sudafrica manca una firma

Anche il Consiglio nazionale delle province – in pratica il “Senato” sudafricano – ha approvato la legge sulle unioni civili, che permette anche alle coppie dello stesso sesso di veder riconosciuta il proprio legame “come unione civile o come matrimonio”.Adesso manca solo la firma del presidente Tabo Mbeki, cui le frange di destra del paese

di

Anche il Consiglio nazionale delle province – in pratica il “Senato” sudafricano – ha approvato la legge sulle unioni civili, che permette anche alle coppie dello stesso sesso di veder riconosciuta il proprio legame “come unione civile o come matrimonio”.

Adesso manca solo la firma del presidente Tabo Mbeki, cui le frange di destra del paese e le forze religiose chiedono di porre un veto alla legge. Ma il primo dicembre scade l’ultimatum della Corte Costituzionale, che l’anno scorso impose di fatto al Parlamento di modificare la legge sul matrimonio.

Ormai è questione di giorno. O di ore.