Padre Federico Lombardi è il direttore della sala stampa vaticana. Nel corso di una conferenza stampa gli è stata rivolta una domanda sulla contestata intervista di mons. Celestino Migliore all’agenzia I-media. E padre Lombardi ha risposto:

“La Chiesa è certo per una depenalizzazione della omosessualità, non è per riconoscere leggi penali che considerino crimine l’omosessualità. Allo stesso tempo la Chiesa non ritiene che tutti gli orientamenti sessuali vadano posti sullo stesso piano rispetto a tutte le situazioni e a tutte le norme”.

E indovinate un po’ quale saranno le unioni da favorire?

“Il matrimonio tra uomo e donna è quello che la Chiesa sostiene, e non accetta di mettere sullo stesso piano quello tra persone dello stesso sesso”.

Per quel che riguarda nello specifico la proposta della depenalizzazione dell’omosessualità nel mondo, ha affermato:

“in merito a una legge che prevede la pena di morte per l’omosessualità non è neanche il caso di discutere della contrarietà della Chiesa, anche il catechismo della Chiesa cattolica è contro la criminalizzazione dell’omosessualità”.

Nella stessa conferenza stampa, il cardinal Renato Raffaele Martino, Presidente del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, ha chiosato:

“Si vorrebbe che la Santa Sede mettesse sullo stesso piano le coppie gay e quelle eterosessuali, posso assicurarvi che questo non accadrà”.

Via | Oltretevere + Petrus

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto