Evitare di idealizzare il partner con alcuni consigli utili

Idealizzare il partner è un bene o un male? Ecco qualche riflessione sull’argomento.

Idealizzare il partner fa bene alla coppia, ma a noi? Secondo molte ricerche l’idealizzazione del partner è alla base di un matrimonio stabile e felice, ma non è un po’ come mettere la testa sotto la sabbia? Idealizzare il partner non ci permette divedere le cose dalla giusta prospettiva, il nostro lui ci sembra sempre perfetto e ci dimentichiamo che anche le nostre opinioni sono importanti.

Mi fa un po’ sorridere il fatto che alla base delle unioni durature ci sia l’idealizzare il partner, sembra quasi di ritornare a quando la donna si limitava ad essere una casalinga anni Cinquanta dipendente dal marito in tutto e per tutto. Avere delle opinioni personali, riuscire a parlare alla pari con le persone è alla base dei rapporti sociali sani, quindi si dovrebbe dover essere in grado di guardare tutto con lucidità, anche a costo di accorgerci che il nostro partner non è poi così perfetto! Potrebbe addirittura accadere di innamorarsi anche delle sue debolezze.

Ma come si fa a non idealizzare il partner? Intanto dobbiamo renderci conto che c’è una base di predisposizione e se la si ha, urge trovare amiche schiette e sincere in grado di farci aprire gli occhi. Se cominciate a ripetere tutto quello che lui vi dice, è il momento di correre ai ripari e di riflettere un po’ di più su come stiamo vivendo la storia e su come questa ci sta condizionando.

Se iniziate a minimizzare gli aspetti negativi, se giustificate tutto quello che fa, con voi e con gli altri, se lo vedete troppo più bello di come sembra alle vostre amiche, forse è il momento di aprire gli occhi e di riprendersi le proprie opinioni. Una storia che si basa sulle idealizzazioni non può funzionare o comunque non porta mai nulla di buono.