Colazione senza caffè? Ecco cosa bere per darsi la carica

La caffeina, si sa, è un'arma a doppio taglio: tanto è buono il sapore amarognolo del caffè appena sveglie, che ci dà la carica per affrontare la giornata, tanto i suoi effetti possono portare conseguenze a livello di salute. Se volete limitare i danni è necessario che limitiate anche il livello di caffeina assunta quotidianamente, scegliendo magari di fare una colazione senza caffè e sfruttando i benefici di alcuni suoi degni sostituti. Per iniziare la mattinata più lucide e concluderla meno in tensione.

Partiamo dal tè. Ovviamente il tè nero ha un apporto di caffeina inferiore a quello del caffè ma sempre elevato. Al contrario, le varianti bianco e verde sono, senza dubbio, più leggere e salutari. Il tè verde Bancha, ad esempio, ha un dosaggio di caffeina pari a 22mg ogni 170ml, contro i 133mg ogni 50ml del caffè espresso. Il tè bianco poi è ancora più soft: solo 15mg per tazza, il che lo rende in assoluto una delle bevande più adatte a chi non vuole rinunciare a un lieve effetto tonicizzante, ma senza esagerare. Tanto più che parliamo di due qualità di tè particolarmente benefiche, depurative ed antiossidanti.

Una categoria a parte la merita il cosiddetto tè rosso, che in verità non è un vero e proprio tè, bensì un infuso, derivante dalle foglie della pianta di Roiboos, un arbusto sudafricano, le cui proprietà sono molteplici. Contiene vitamina C, magnesio, fosforo, ferro, zinco, calcio ed è una fonte mirabile di antiossidanti, oltre che avere note proprietà antivirali, antispasmodiche e digestive. In più ha un basso contenuto di tannini, il che lo rende piacevole al gusto, senza necessità di dolcificarlo con zucchero, miele o latte. Essendo praticamente privo di teina, può essere una piacevole bevanda da consumare calda o fredda in qualsiasi momento della giornata.

Se però al mattino abbiamo bisogno di quel quid in più per partire alla grande, allora forse il nostro optimum risiede nel frullato. E non in uno smoothie qualunque, bensì in quello fatto con frutta densa mischiata a latte di mandorla e frutta secca. Ricco di fibre, proteine e sali minerali, oltre che di una buona dose di energia facilmente spendibile, questo frullatone mattutino è il beveraggio ottimale per la prima colazione di chi ha bisogno di una sveglia saporita, sprint ma anche facilmente assimilabile e digeribile. Se avete fretta e non potete sedervi a fare colazione, sbriciolate anche due biscotti al suo interno, sarà un ottimo modo per non avere pericolosi cali di zuccheri prima del pasto successivo.

Che sia per la mattina o che sia per la metà del pomeriggio, un caldo abbraccio speziato, ci viene dato dal ben noto infuso al ginseng. Questa radice profumatissima, ha il suo habitat naturale in Nord America e in Asia Orientale, dove il suo utilizzo come tonico ricostituente, si perde nella notte dei tempi. Energetico e stimolante, ha raggiunto negli ultimi anni una certa fama, grazie alla commercializzazione dei suoi principi attivi. Una piccola parentesi la dobbiamo proprio aprire a tal proposito: si sente dire spesso che il ginseng abbia gli stessi effetti collaterali del caffè, in verità la colpa sta nell'uso sempre più diffuso, di sottoprodotti del ginseng usati per i ricostituenti, che spesso e volentieri, data la scarsa purezza, creano qualche problema. Se si hanno dubbi sulla purezza di un tè o elisir ci si può affidare alla varietà siberiana, che risente meno delle problematiche legate alle sorelle americane e asiatiche.

Se poi vogliamo restare fra le bevande a chilometri zero, questo è proprio il periodo dell'anno giusto per gustare dell'ottimo succo di melograno. Dal frutto di questo albero autunnale, la rossissima melagrana, si ricava una bibita fresca, energetica e antiossidante come poche. Le proprietà di questo elisir sono molteplici e indiscusse, grazie alla sua ricchezza di vitamine e sali minerali che lo rendono un gustoso modo per prendersi cura di corpo e spirito. Perfetto come anti-stress, il succo della melagrana è un bel modo per iniziare la giornata con energia e positività: se avete una centrifuga in casa potete fare da voi il succo, dolcificarlo con miele e berlo sul momento, per mantenere intatte le sue qualità.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail