Tutto sui cantuccini: la ricetta, l'origine e i consigli utili

cantuccini di Natale

I cantuccini o cantucci sono anche chiamati biscotti di Prato: sono uno dei dolci più famosi della Toscana. Sono dei biscotti secchi alle mandorle, un tipico dessert del centro Italia accompagnato dal Vin santo, che serve per l'inzuppo. Il suo nome, secondo la tradizione, deriva dal termine "Canto", vale a dire angolo, o da "Cantellus", che in latino significa pezzo o fetta di pane.

Il termine Cantuccini viene anche citato nel dizionario dell'Accademia della Crusca, dove entra di diritto nel 1691, come biscotto a fette. Allora i più famosi erano quelli pisani, mentre solo in seguito verranno realizzati con l'aggiunta di mandorle. La prima ricetta è scritta su un manoscritto del XVIII secolo, opera di Amadio Baldanzi, conservata con orgoglio nell'archivio di stato di Prato. La ricetta classica, però, risale al XIX secolo ed è opera del pasticciere pratese Antonio Mattei, che per questi biscotti ottenne anche una menzione speciale all'esposizione universale di Parigi del 1867. Oggi i veri cantucci di Prato li possiamo trovare alla bottega di "Mattonella", che conserva gelosamente l'antica ricetta!

I cantuccini sono degli ottimi biscotti da regalare a Natale, anche perché la loro realizzazione non è poi così difficile e piacciono proprio a tutti!

Ed ecco la ricetta dei cantuccini: vi occorrono 500 grammi di farina, 250 grammi di zucchero, 2 uova, la scorza grattugiata di un limone, una bustina di lievito per dolci, 150 grammi di burro, 200 grammi di mandorle spellate, 1 tuorlo, sale.

Mettete la farina a fontana su una spianatoia, aggiungete zucchero, uova, limone, lievito e un pizzico di sale. Impastate aggiungendo poco alla volta il burro che avrete precedentemente sciolto a bagnomaria. Alla fine andrete ad unire le mandorle intere, lavorando ancora un po' l'impasto, che poi dovrà essere tagliato a strisce.

Le strisce di impasto dovranno essere messe sulla carta da forno, per essere spennellate con il tuorlo e poi infornate in forno già caldo a 180 gradi per una ventina di minuti. Tagliate la pasta diagonalmente, per ottenere la classica forma dei cantucci, e rimettete in forno per cinque minuti.

Vanno serviti da soli come biscotti secchi per la colazione o il tè delle cinque o con il vin santo! E se le mandorle non vi piacciono, provate a sostituirle con pezzi di cioccolato fondente o gocce di cioccolato: vedrete che bontà!

Via | Wikipedia

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail