Come usare i cibi della dispensa per creare dei trattamenti di bellezza per la pelle

Forse non tutti sanno che nella dispensa delle nostre cucine si nascondono cibi che, fuori dal loro uso comune, possono essere utilizzati in modo piacevolmente inatteso. Abbiamo visto le mille facce dello zucchero da cucina, che ci aiuta in tante faccende di casa così come in quelle estetiche. Oggi vediamo quali altri prodotti alimentari possono aiutare la nostra pelle, trasformandosi in trattamenti esterni di bellezza di tutto rispetto.

Se lo zucchero bianco è un ottimo ingrediente per gli scrub, quello di canna non è da meno. Oltre ad essere un ottimo esfoliante, unito ad una normale crema corpo, è anche un buon amico dei vasi sanguigni. Basta mescolarne mezza tazza insieme a due cucchiai di olio extravergine di oliva, due cucchiaini di crusca di avena e mezzo cucchiaino di cannella in polvere. La pastella ottenuta va stesa su viso, collo e decollete per pulire la pelle dalle impurità (ha un effetto tonico contro i brufoli e i punti neri) e per mantenere attiva la circolazione.

Per la zona delicata degli occhi, dove è necessario usare prodotti struccanti che non irritino, un degno sostituto dei normali cosmetici per demaquillage è l'olio d'oliva. Bastano poche gocce su un batuffolo di ovatta per togliere tracce di ombretto, mascara e eye liner, anche waterproof. Inoltre non è necessario lavarlo via, perché funge anche da idratante locale. Basta solo avere cura di eliminare i trucioli di ovatta che si impigliano nelle ciglia.

Se poi il problema che bisogna combattere è la pelle grassa o i pori dilatati, le chiare d'uovo non possono proprio mancare nel frigo. Basta unirne una ad un cucchiaino raso di miele e mescolare bene. Il miele idrata e impedisce che la pelle si secchi eccessivamente, mente l'albume avrà un effetto astringente molto efficace. La maschera va lasciata in posa sul viso per un quarto d'ora e poi sciacquata con acqua tiepida. Vedrete che risultato.

Se il viso (ma anche il corpo) necessita di idratazione, si può poi contare sull'aiuto dell'avena in fiocchi. Basta unirne due cucchiai a mezza banana matura e un cucchiaio di latte di soya o di mandorla più un pizzico di cannella in polvere. Questa pastella profumata può essere stesa sulle zone aride della pelle e tenuta su per una decina di minuti prima di essere lavata via. Soprattutto in inverno è un vero toccasana per mantenere la pelle morbida e ben nutrita.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail