Caffè, sangue e sudore: consigli su come rimuovere le macchie impossibili

Per diventare abili nelle faccende domestiche è sicuramente indispensabile fare pratica nel tempo, chiaramente non si nasce “imparate/i”. Però, al di là della pratica su certi lavori, come ad esempio lo smacchiare i tessuti, un po’ di teoria non guasta: dove “l’olio di gomito” forsennato e incontrollato non può più nulla, arriva in nostro aiuto il web con dei formulari pronti per l’uso.

Su Fabriclink trovate un elenco completo dalla A-Z delle principali macchie “rompicapo”, proprio quelle che rovinano sempre i capi migliori e mai quelli che avevate deciso di buttare. Per ogni macchia la soluzione per rimuoverla.

L’elenco è veramente esaustivo, ci sono i classici come caffè, sangue, sudore (teriibbbile...) grasso, olio e c’è perfino la cacca del vostro bambino! Sotto la voce “condimento per insalata” : maionese, burro, olii vegetali e margarina. Poi delle chicche come macchia di zucca (quanti mai si macchieranno con della zucca…mah!), budino, argilla rossa, mostarda ecc…Non mancano poi delle finezze da estetista/cosmetologa per scegliere tra macchie di make-up a base d’acqua o a base di olii.

Insomma, c’è n’è di ogni tipo, ma da oggi avranno i giorni contati...banzaaai!

Via | Fabriclink

  • shares
  • Mail