Découpage 3D: effetto bombato, piatto e sospeso


Il verbo francese découper (ritagliare) ha dato il nome a una delle tecniche decorative più apprezzate e diffuse nel mondo dell’hobbistica: il découpage. Quello tradizionale consiste nel ritagliare un’immagine di carta, incollarla sulla superficie e ricoprirla di vernice fino ad eliminare completamente lo spessore della carta. Ma di tecniche ne esistono diverse, come per esempio quella 3D, tridimensionale, che si può definire un’evoluzione della tecnica tradizionale.

Nel découpage 3D, l’immagine di carta viene ritagliata e messa in rilievo utilizzando tecniche diverse il cui risultato finale deve essere una decorazione tridimensionale. La differenza fondamentale del découpage tridimensionale, rispetto a quello tradizionale, consiste nel fatto che il 3D cerca di ottenere ed esaltare la profondità che si viene a creare fra il rilievo dell’immagine della decorazione e la superficie dell’oggetto sul quale questa si trova.

Le tecniche utilizzate nel découpage 3D si differenziano l’una dall’altra in quanto permettono di ottenere effetti finali diversi nell’aspetto del rilievo, effetti che possono distinguersi in tre categorie: effetto bombato, effetto piatto ed effetto sospeso.

Nel 3D viene data molta importanza al tipo di carta da utilizzare, poiché cambia a seconda della tecnica e dell’effetto finale che si vuole raggiungere. Esistono in commercio carte da découpage tridimensionale che permettono un’esecuzione guidata, quindi per facilitare anche i meno esperti. Nuove sono anche le carte ultrasottili e i tovaglioli di carta, semplici da utilizzare ma che richiedono un tocco e un trattamento un po’ più esperto perché possono strapparsi con estrema facilità.

Effetto bombato: presenta un’immagine ben uniformata alla superficie di supporto. Pur trovandosi su livelli diversi, la decorazione appare morbida e arrotondata, oltre che perfettamente integrata alla base su cui si trova.

Effetto piatto: l’immagine appare aderente alla superficie di supporto, ma in rilievo appiattito rispetto ad essa, come se fosse un piccolo gradino.

Effetto sospeso: ha la caratteristica di aderire al supporto solo parzialmente. Una parte della figura (di tessuto, cartoncino o pasta modellabile), viene lasciata sospesa rispetto alla superficie di supporto. In questo modo si dà all’immagine un’idea di movimento e di maggior leggerezza rispetto agli altri due effetti.

  • shares
  • Mail