La ricetta originale del pandoro, facile e veloce

Il pandoro, insieme al panettone, è uno dei dolci natalizi di tradizione più conosciuti, apprezzati e amati del nostro Paese. Classico e di antica fattura, rientra nelle specialità dei dessert più amati, tramandata negli anni e di origini veronesi.

Se volete prepararlo a casa otterrete come risultato è una soffice pasta dorata dal profumo di burro e vaniglia. La preparazione casalinga è sicuramente impegnativa ma deliziosa, ecco a seguire la ricetta.

Ingredienti per 12 persone:

    Farina 610 g
    Burro 250 g
    Zucchero 175 g
    Lievito madre 30 g
    Uova 8
    Limone 1
    Panna fresca 1 dl
    Vanillina Un pizzico
    Zucchero a velo 50 g

Preparazione:

Setacciate 75 grammi di farina in una terrina, unite 10 grammi di zucchero, il lievito precedentemente sbriciolato ed un tuorlo. Impastate bene il tutto, aggiungendo 2 cucchiai di acqua tiepida. Coprite l'impasto con un telo di cotone e lasciatelo lievitare per un paio di ore.

Unite 160 grammi di farina facendola cadere da un setaccino, 25 grammi di burro ammorbidito, 90 grammi di zucchero, 3 tuorli ed impastate. Lasciate lievitare l'impasto per due ore. Unite il resto della farina, 40 grammi di burro, 75 grammi di zucchero, 1 uovo intero e 3 tuorli. Impastate a lungo e fate lievitare per la terza volta, sempre coperto ed in luogo tiepido, per 2 ore.

Lavorate l'impasto ed incorporatevi la panna, la buccia grattugiata del limone, il resto del burro e la vanillina. Impastate fino ad ottenere un composto morbido. Ricavate dalla pasta due palle e disponetela in 2 stampi precedentemente imburrati e fate lievitare in luogo tiepido finché la pasta arriverà al bordo degli stampi. Fate cuocere per 40 minuti in forno preriscaldato a 190°. Abbassate il calore a 160° a metà cottura. Fate raffreddare e spolverizzate con lo zucchero a velo.

Consigli per la scelta degli stampi:

Oltre agli stampi metallici da pandoro esistono in commercio anche degli stampi di carta, simili a quelli usati per il panettone. Il pandoro ha un contenuto calorico di poco superiore a quello del pane, con una ottimale distribuzione delle calorie tra proteine, grassi e carboidrati. Questo rende il pandoro facilmente digeribile ed assimilabile, consentendo di fare un peccato di gola.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail