Yara Gambirasio, assassinata subito dopo essere stata rapita

Dopo due anni dalla sua morte, il referto dell'autopsia sul corpo di Yara Gambirasio ha stabilito che la ragazzina è stata assassinata non più di un'ora dopo essere uscita dalla palestra. Ci sono voluti molti mesi per stabilire qual è stata la tempistica del rapimento e dell'assassinio della tredicenne scomparsa nel novembre del 2010.

Yara, il cui ritrovamento è avvenuto a tre mesi dalla sua scomparsa, uscì dalla palestra comunale di Brembate Sopra (Bergamo) e probabilmente fu subito prelevata in auto dal suo assassino, fino ad arrivare nel campo dove ha trovato la morte. A rivelare i nuovi risultati a cui sono pervenuti investigatori e medici legali è stata l'ANSA, nella giornata di oggi.

A tale conclusione si è giunti tenendo conto della testimonianza della madre della ragazzina, la quale ricordava perfettamente a che ora e cosa aveva mangiato sua figlia prima di uscire di casa quel giorno. Dai nuovi particolari emersi, inoltre, pare che Yara svenne quasi subito e che non era cosciente quando venne ferita e abbandonata nel luogo del ritrovamento del suo cadavere.

Stabilita l'ora del decesso, quindi, è stato possibile arrivare alle conclusioni successive: considerando che un tragitto diretto, a piedi, dall'abitazione alla palestra che Yara frequentava necessita di una decina di minuti, e dalla stessa strada al campo di Chignolo D'Isola (Bergamo) dove è stata trovata uccisa, normalmente, a quell'ora, in auto, servono invece circa 20-25 minuti, la ragazzina sarebbe morta dopo essere stata lasciata nelle sterpaglie in circa 30-40 minuti.

Tale conclusione è stata determinata da più componenti: l'entità delle ferite riportate, lo choc subito a causa dell'aggressione, il freddo pungente di quei giorni a cui Yara è rimasta esposta con la maglietta alzata e il giubbotto aperto. Tutti fattori che riportati alla corporatura esile anche se atletica della ragazzina, hanno fatto presupporre che la sua dipartita si arrivata in tempi veloci.

Via | videocorriere.it

Foto | blogosfere

  • shares
  • Mail