Le canzoni d’amore di Pino Daniele più emozionanti

Le canzoni d’amore di Pino Daniele hanno fatto da colonna sonora nella nostra vita, ecco le più belle e romantiche

Pino Daniele è morto qualche giorno fa ed ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo della musica e nei nostri cuori, dire addio ad un uomo che con la sua voce ha fatto da colonna sonora ai momenti più speciali delle nostre vite è difficile, anzi forse è impossibile. Per questo motivo credo che il modo migliore per onorare Pino Daniele è ricordarlo con le sue canzoni, i suoi versi e le sue bellissime composizioni. Ecco le più belle canzoni d’amore di Pino Daniele, una raccolta delle sue melodie più famose e romantiche che possiamo dedicare al partner o ascoltare in macchina o a casa, sul divano, insieme ad una persona speciale.

Le canzoni più belle

  • Quanno chiove
  • Je’ so pazzo
  • ‘Na Tazzullela ‘E caffe
  • ‘O Scarrafone
  • Quando
  • Amore senza fine
  • Resta… resta cu’mme’
  • Io vivo come te
  • Cammina cammina
  • Che male c’è
  • Se mi vuoi
  • Cosa penserai di me
  • Je sto vicino a te
  • Femmena
  • Voglio di più
  • Vento di Passione
  • Io per lei

Le frasi più romantiche

ITALY-SINGER-DANIELE

  • E vivrò, sì vivrò tutto il giorno per vederti andar via, fra i ricordi e questa strana pazzia e il paradiso, che non esiste, chi vuole un figlio non insiste (Quando – 1991)
  • Io per lei ho due occhi da bambino, se sei tu il mio destino allora portami via…(Io per lei – 1995)
  • Sai che mi piaci quando parli così in fretta, sembra che mastichi le nuvole…(Io per lei – 1995)
  • Tu dimmi quando, quando, non guardarmi adesso amore, sono stanco perché penso al futuro. Tu dimmi quando, quando, siamo angeli che cercano un sorriso. Non nascondere il tuo viso perché ho sete, ho sete ancora (Quando – 1991)
  • Se mi guardi con gli occhi dell’amore non ci lasceremo più, inganneremo il tempo e il dolore sia l’estate che l’inverno. E cambieremo il mondo ogni volta che vuoi. E fermeremo il mondo ogni volta che vuoi. Perché non so che dire quando mi guardi così, non riesco mai a finire un discorso senza errori, perché mi fai impazzire quando mi guardi così, mi sembra di capire che voglio solo te in questo mondo, voglio solo te, in questo mondo” (Amore senza fine – 2008)
  • “Abbracciami perché mentre parlavi ti guardavo le mani. Abbracciami perché sono sicuro che in un’altra vita mi amavi. Abbracciami anima sincera. Abbracciami questa sera, per questo strano bisogno anch’io mi vergogno. Che male c’è, che c’è di male se la mia vita ti appartiene ed è normale. Che male c’è, che c’è di male se chiudo gli occhi e insieme a te sto così bene” (Che male c’è – 1997)