"American Doll Posse", Tori Amos e le diverse voci dell'io femminile

Tori Amos è una cantautrice americana da sempre vicina a tematiche del mondo femminile. Nel suo ultimo album “American Doll Posse” interpreta cinque personaggi femminili, con voci e caratteristiche differenti, ispirati ad alcune figure della mitologia greca classica: Isabel (Artemide), Clyde (Persefone), Pip (Atena), Santa (Afrodite) e Tori (Demetra e Dioniso).

Le cinque donne, che fanno parte della “posse” del titolo, hanno ciascuna un blog tematico all’interno del sito ufficiale della cantante dove postano pensieri, foto e riflessioni dettate dalle loro personalità. Presenti anche nell’ artwork del disco hanno tutte e cinque le sembianze di Tori, con look-trucco-parrucco diversi l’una dall’altra e molto d’impatto.

Questi personaggi simboleggiano alcune delle sfaccettature della femminilità, anche se sul rischio di incappare in stereotipi e generalizzazioni Tori Amos è molto chiara in un’intervista rilasciata a Rockol:

"Le donne che interpreto non sono paragonabili a nessuno, semplicemente perché sono una sorta di 'collage' di tante figure femminili che ho avuto modo di incontrare. La donna è troppo complessa per essere ridotta ad un individuo singolo. E poi è ora di emanciparsi dal modello proprio della cultura occidentale, mutuato dalla tradizione biblica, che riduce la donna o a santa madre o ad un oggetto sessuale. La ragione per cui ho voluto dare voci diverse alle mie canzoni risiede nella genesi delle canzoni stesse: penso che il mio lavoro sia completare dei brani che 'capto', nell'aria, e questa volta sono state le composizioni a richiedere voci diverse. Così io mi sono limitata a dargliele"

Se volete leggerne di più qui il testo integrale dell’intervista.

Via | Rockol

  • shares
  • Mail