Concorso internazionale di maglia: intervista a Melusine_tricote

Melusine_tricoteVi piace sferruzzare? Avete mai pensato di partecipare ad un concorso? Ce n’è uno pensato apposta per voi che mette a disposizione ben dieci premi, roba da far venire l’acquolina in bocca ad ogni appassionata di maglia e tricot: i premi sono attrezzi del mestiere, ferri, lane e buoni acquisti per i vostri filati. Melusine_tricote, ideatrice del concorso, ci ha raccontato tutto.

Melusine_tricote è già nota al mondo degli appassionati di maglia ma vuoi raccontarci brevemente qualcosa di te?

Certamente! Mi chiamo Marina. Nonostante il mio nome, sono francese. Vivo in Italia con un Italiano da un po' più di un anno ora. Ho 30 anni e lavoro a maglia da quando ne avevo 6. Sono state mia mamma e le mie nonne a trasmettermi la passione per i ferri. Lavoro a maglia seguendo modelli già scritti, ma quello che mi piace di più è creare, inventare i miei propri modelli. Ho condiviso una di queste creazioni, la sciarpa 'Irene', sul mio blog, e ha fatto il giro del mondo... Ora vi sto preparando qualche novità.

Come nasce l'idea di un concorso internazionale online per sferruzzatrici?

Il mio blog "Mélusine tricote..." stava per festeggiare i suoi due anni di vita. Dalla sua creazione, ha visto il numero dei suoi visitatori unici in costante crescita. Certi dei miei lettori mi seguono dall'inizio, altri sono arrivati dopo... Ho voluto ringraziare, in occasione dell'anniversario del blog, tutte queste persone per le loro visite, i loro commenti, il loro interesse per quello che facevo. Il problema era che queste persone venivano dal mondo intero, quindi ho dovuto pensare ad un modo giusto perché fossero tutti alla pari. Mi è venuta in mente l'idea di un concorso a livello internazionale, e online, così tutti quelli che mi leggono, che abitino in Francia, in Italia, in Australia, in Russia, etc., possono partecipare.

Qual è il tema del concorso?

Il magliaio / la magliaia new generation. New generation perché le persone che mi leggono utilizzano i nuovi media, si sentono via mail, bloggano, chattano, partecipano attivamente ai forum, cercano ispirazioni sulla Rete, si scambiano delle buone dritte su Facebook e Twitter, si perdono su Ravelry, e ordinano i loro filati in Internet! Magliaio / magliaia new generation non è una questione d'età, ma è uno stato d'animo. Basta solo essere 'connessi(-e)'.

Come si fa a partecipare?

È molto semplice. Basta esprimere la propria visione sul tema, con il supporto che vi ispira di più (foto, disegno, filmato, testo, registrazione audio, tutto è permesso — nel limite della decenza ovviamente, e a condizione che possa essere diffuso su una piattaforma blog) e procedere com'è spiegato nelle istruzioni. Raccolgo le partecipazioni fino al 13 Dicembre, a mezzanotte ora francese.

Come saranno giudicati i lavori delle partecipanti?

Io direi "i lavori dei partecipanti", perché spero che qualche maschio ci sarà!
I vincitori verranno designati dalle votazioni degli Internauti, insieme a quelli di 2 giurie di esperti.
Tra i membri delle giurie ci sono delle 'personalità' del mondo del tricot, come ad esempio Stéphanie Voyer, une giovane stilista canadese piena di talento, che di recente ha collaborato con Classic Elite Yarns e Yarn Forward Magazine, o l'australiano David Reidy, noto per il suo podcast dedicato alla maglia, "Sticks and String". La scelta di ogni giuria peserà ognuna per il 25 %, e quella degli Internauti per il 50 %. In caso di parità sarà determinante la scelta degli Internauti.

Questo concorso dimostra ancora una volta il ruolo della Rete nella condivisione senza limiti spaziali. Quanto è stato importante per te l'uso di Internet abbinato alla tua passione per il tricot?

È stato determinante! Grazie a Internet ho avuto accesso ai siti del mondo intero. Ho scoperto i siti americani, dove l'immagine del lavoro a maglia è molto diversa da quella che è veicolata in Europa. In America sferruzzare va di moda. Le attrici e cantanti si lasciano fotografare mentre stanno lavorando a maglia. Anche Russell Crowe ha posato con i ferri in mano. Questi siti mi hanno insegnato tante cose, nuovi modi di fare, nuove tecniche... Hanno cambiato il mio modo di lavorare a maglia, aprendomi un nuovo mondo da scoprire, e da sperimentare!

Non possiamo fare a meno di chiederlo: cosa si vince?

Tante cose! La Bergère de France, sponsor di "Mélusine tricote..." per questo concorso, offre filati, accessori tricot e buoni acquisto a 10 vincitori. Il primo premio concede al vincitore di scegliere una creazione tra diversi cataloghi del marchio, tra cui l'ultimo catalogo Origin, che propone filati bellissimi di mohair, seta, alpaca, bambù, soia e cashmere... Il vincitore sceglie la maglia che vuole realizzare, e gli viene offerto tutto per farla (tranne i ferri). La lista dettagliata dei premi è disponibile qui.

Dove ti possiamo trovare sulla Rete ?

Sul blog, ovviamente (scritto in francese ma tanti articoli sono tradotti in italiano), ma anche su Ravelry con il nick "melusinetricote", sul social network FerrItalia, e sulla pagina Facebook di "Mélusine tricote...".

La foto protetta da copyright è pubblicata con il consenso dell'autrice

  • shares
  • Mail