Il romantico addio di Leonard Cohen alla sua musa Marianne

L’addio di Leonard Cohen alla sua musa e amante Marianne Ihlen che è morta a 81 anni di leucemia

A volte la vita vera è in grado di sorprenderci ed emozionarci come e più delle favole, pochi giorni fa è morta Marianne Ihlen, una donna di 81 anni che è stata la musa ispiratrice di Leonard Cohen, il cantante le ha dedicato due grandi successi come “So long, Marianne” e “Bird on wire”. Adesso che Marianne è morta davvero lui la ricorda e le dedica un ultimo pensiero prima di morire che le fa recapitare sul capezzale. Marianne e Leonard Cohen si sono conosciuti negli anni Settanta nell’isola greca di Hydra ed erano diventati amanti, una storia bellissima che brillerà per sempre grazie alle canzoni.

Jan Christian Mollestad, un amico di entrambi, ha detto a Cohen delle gravissime condizioni di salute di Marianne che stava combattendo contro la leucemia, lui si è preso un po’ di tempo e le ha scritto una lettera.

“Beh, Marianne è venuto il giorno in cui siamo davvero vecchi e i nostri corpi sono a pezzi: penso che ti seguirò molto presto. Ecco, sono così vicino, dietro di te, che se stendi la mano, penso che tu riesca a toccare la mia. Tu sai che io ho sempre amato per la tua bellezza e la tua saggezza, ma non c’è bisogno di aggiungere niente, perché lo sai già. Ma ora voglio solo augurarti di fare un ottimo viaggio. Addio vecchia amica. Amore infinito, ci vediamo lungo la strada”.

Jan Christian Mollestad ha raccontato al Guardian che Cohen:

“Si prese due ore di tempo e scrisse questa bellissima lettera. La portai a lei, pienamente cosciente, e ne fu felice. Solo due giorni dopo Marianne ha perso conoscenza ed è scivolata verso la morte. Ho scritto a Leonard di averle canticchiato Bird on Wire negli ultimi istanti della sua vita, era la canzone che lei sentiva più vicina. Poi l’ho baciata sulla testa e ho lasciato la stanza, dicendo ‘So long, Marianne'”.

Via | repubblica
Foto | facebook cohen